Orlando promette lo slittamento della Tari, domani la scadenza

Prosegue l'emergenza rifiuti. In via dell'Olimpo spazzatura in fiamme

0

PALERMO – In città è in corso una vera e propria emergenza rifiuti, cumuli di spazzatura sono stati dati dati alle fiamme stanotte in via dell’Olimpo. Altri roghi hanno coinvolto altre zone di Palermo, rendendo l’aria irrespirabile. L’immondizia trabocca dai cassonetti e invade carreggiate e marciapiedi di molti quartieri del capoluogo. Intanto il sindaco di Palermo promette lo slittamento della Tari ma ancora manca l’atto che dà l’ok. Nel frattempo diversi sono i cittadini che avranno già provveduto al pagamento, considerando la scadenza al 2 dicembre.

“Nello spirito di confermare la volontà del Consiglio comunale che ha deciso la riduzione della TARI per diverse categorie produttive danneggiate dall’emergenza Covid e tenendo conto dei tempi lunghi per l’ordinaria approvazione di una modifica regolamentare, ho deciso, d’intesa con il Segretario Generale e con il Ragioniere Generale, di procedere al differimento della seconda rata per tutte le utenze domestiche e non domestiche, tramite una delibera di Giunta sottoponendo poi l’atto a ratifica del Consiglio comunale”. Lo ha dichiarato Leoluca Orlando. “La Giunta sarà convocata nelle prossime ore per definire il provvedimento in modo tale da evitare una sia pure temporanea situazione d’incertezza per i pagamenti  – aggiunge – che dovessero essere effettuati dopo il 2 dicembre. Allo stesso tempo, sono in contatto con i ministri Boccia e Provenzano e con la sottosegretaria Castelli, nonché con il Governo regionale, perché si sblocchi tutto quanto necessario a rendere effettiva la riduzione dell’imposta già votata dall’Assemblea di Sala delle Lapidi”.

 

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.