Piana degli Albanesi, primo alunno positivo alla scuola elementare

A Piana 12 positivi al Covid19, 1 in ospedale, ma in buone condizioni, 11 a casa in isolamento domiciliare

0

PIANA DEGLI ALBANESI Primo caso covid19 nelle scuole elementari di Piana degli Albanesi. Si tratta di un bambino che frequenta una classe dell’Istituto Ferretti di via Giacomo Matteotti. 

Nei primi giorni della settimana, oltre all’alunno, sono risultate positive altre due persone, sempre residenti nel comune arbëresh. Il sindaco Rosario Petta, una volta confrontatosi con il Preside, il Professor Russo, ha disposto tramite ordinanza sindacale n. 28 la chiusura del plesso scolastico, affinché giovedì si proceda alla sanificazione dei locali e venerdì alle pulizie straordinarie. 

Dunque, il numero dei positivi al covid-19 a Piana degli Albanesi sale a dodici. Uno di questi si trova in ospedale, ma le sue condizioni di salute non destano nessuna preoccupazione e si presume che nei prossimi giorni venga dimesso. Gli altri undici si trovano in isolamento fiduciario, ognuno presso la propria abitazione, e sono tutti asintomatici.

“Bisogna essere solidali nei confronti di questa famiglia, il cui piccolo figlio è risultato positivo – ha dichiarato Petta – quindi, occorre evitare di puntare il dito contro qualsiasi positivo, poiché sono situazioni che possono interessare chiunque. Non mi stanco mai di chiedere a tutti, come ho fatto già le altre volte, di indossare sempre la mascherina e mantenere le distanze per volerci bene oggi e per un domani migliore. In attesa che possa arrivare il tanto sospirato vaccino, queste sono le uniche azioni che possiamo mantenere in atto”. 

Risulterà, quindi, molto importante che le famiglie non perdano la fiducia posta nei confronti delle istituzioni scolastiche e continuino a mandare i propri figli a scuola con la stessa serenità con cui lo facevano nelle scorse settimane.

Il Preside Giuseppe Russo ieri aveva ricevuto la notizia sul primo caso di positività al covid-19 dell’alunno assente da giorno 23 ottobre. “Abbiamo già attivato tutte le procedure previste, comunicando al Dipartimento di Prevenzione e all’USCA competente quanto dovuto. Dal dipartimento dovrebbe poi arrivare un provvedimento di isolamento per gli alunni della classe interessata. Ma è bene che sin da subito ci si rivolga al proprio medico e che i bambini rimangano in isolamento, senza venire a contatto con anziani o con quanti soffrono di patologie croniche. Per la classe interessata dal caso verrà attivata la didattica a distanza, gli alunni rientreranno giorno 9 novembre. Per le altre classi, come stabilito dalle norme in materia, il rientro è previsto dopo la sanificazione del plesso, quindi lunedì 2 novembre. Finora non ci sono casi di trasmissione del virus all’interno della scuola, le misure di distanziamento di un metro tra gli alunni e di due tra alunni e docenti, le mascherine, il gel virucida e la sanificazione quotidiana sembrano funzionare, anche perché gli alunni hanno compreso l’importanza delle misure preventive da porre in atto. Come ho sempre ribadito, è essenziale che anche fuori dalla scuola si rimanga prudenti e si mantenga il distanziamento di sicurezza, riducendo al minimo, in questo periodo molto delicato, attività sociali fuori dalla propria famiglia”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.