Alex si alimenta ancora con i succhi, la mandibola è ancora bloccata

Si spera nella fisioterapia, ma senza risultati sarà necessario un nuovo intervento chirurgico

0

MONREALENon si è ancora ripreso fisicamente Alex Catalano. Il giovane 27enne monrealese era rimasto vittima di un’aggressione il 16 settembre scorso. A distanza di un mese e mezzo, e dopo alcuni delicati interventi, non ha ancora ripreso la mobilità della mandibola. Non riesce ad articolare la bocca, gli viene impedita quindi la masticazione ed è costretto ad alimentarsi tramite succhi.

I medici del reparto maxillo-facciale dell’ospedale Civico di Palermo hanno tolto le viti e gli elastici inseriti durante il delicato intervento chirurgico. Adesso stanno monitorando i miglioramenti.  “Ogni settimana ci rechiamo in ospedale per i controlli”, spiega il papà di Alex. 

Il giovane dovrà ancora sottoporsi ad un mese di fisioterapia, nella speranza di riprendere il controllo della mandibola. Ma vi è la certezza che vi riuscirà. I medici non si sono spinti a dare rassicurazioni che il risultato sarà raggiunto. 

Non è quindi escluso che Alex dovrà sottoporsi ad un ulteriore intervento, che però con molta probabilità non verrà eseguito a Palermo.

“Per il resto Alex sta bene – spiega il papà del giovane -, ogni tanto lo faccio uscire di casa per una passeggiata”.

Intanto non si è conclusa la fase delle indagini preliminari nei confronti dei due indagati per l’aggressione di Alex, D. G. A. e il figlio D. G. V.. Il primo è ancora agli arresti domiciliari, mentre il giovane, minorenne, si trova in custodia presso una comunità della provincia di Palermo. Sono accusati di lesioni gravissime.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.