Nuovo Dpcm, sport: ecco quali sport si possono fare

No alla danza classica, mentre sì alle scuole calcio, yoga, tennis, purché all'aperto e opportunamente distanziati

0

Dopo l’approvazione del nuovo Dpcm in molti ancora oggi si chiedono quali sono le attività sportive che si possono svolgere. Sono tante le novità che riguardano questo aspetto, ad iniziare dalle scuole di danza che non possono aprire. Infatti, secondo il Ministero “nell’elenco degli sport da contatto (e non) diffuso vi è scritto che la danza può continuare  solamente “in modalità individuale”, i centri di danza considerati “centri culturali o ricreativi” rientrano tra gli sport da contatto quindi non sono previsti.

Altro aspetto fondamentale sono le lezioni di calcetto che saranno consentite, ma attenzione poiché potranno svolgersi solo ed esclusivamente all’aperto. “Le attività motorie e di sport di base possono essere svolte presso centri sportivi e circoli all’aperto – dicono dal Ministero – fermo restando il distanziamento sociale e senza alcun assembramento”. In merito al nuovo Dpcm l’attività delle scuole calcio dovrà essere sospesa, ma poiché si possono svolgere allenamenti individuali all’interno dei centri sportivi, un modo per rimanere aperti c’è purché, senza effettuare gare, campionati con contatto fisico.

Per quanto concerne la Piscina, anche se la struttura ha messo in atto tutte le misure di sicurezza nel rispetto dei protocolli, in base al Dpcm del 24 ottobre, le attività sono state sospese insieme ai corsi.

Con il personal trainer posso svolgere l’allenamento? Sì se all’aperto e a distanza. Gli studi di personal training non potranno aprire, salvo diverse attività come quelle di fisioterapia o riabilitazione. Lo yoga e il pilates si potranno svolgere, ma sempre all’aria aperta.

Il tennis e padel non sono considerati sport da contatto quindi, si potranno svolgere liberamente. Ma solo i circoli e i centri sportivi all’aperto potranno ospitare questo tipo di attività rispettando gli attuali protocolli di sicurezza.

Ha nevicato in montagna, si può andare a sciare? Gli impianti sciistici in base all’articolo 1, comma 9, del Dpcm, sono aperti solo per manifestazioni sportive di interesse nazionale. Per gli sciatori amatoriali sono chiusi. Ma possono essere riaperti in quanto il Ministero ha specificato che vi sarà “l’approvazione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle province autonome, validate dal Cts”.

All’interno delle scuole l’attività fisica non viene regolamentata dal ministero dello sport, ma da quello dell’istruzione, presidiato da Lucia Azzolina, la quale afferma che “sarebbe meglio svolgerla all’aria aperta per evitare la diffusione del contagio”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.