Covid19, dalla regione 80 milioni per imprese e liberi professionisti

Autoscuole, fotografi, strutture assistenziali sanitarie, liberi professionisti: previsti finanziamenti anche a fondo perduto

0

PALERMO – Dopo l’aiuto alle edicole (3 milioni di euro), all’editoria (10 milioni) e alle agenzie di distribuzione stampa (2 milioni), piegate da una forte contrazione economica legata al periodo del lockdown, la regione siciliana viene incontro ad altri settori imprenditoriali. 

Autoscuole, fotografi, strutture assistenziali del settore sanitario e liberi professionisti potranno a breve beneficiare di un fondo di 150 milioni a valere sul Fondo Sicilia previsto dalla Finanziaria regionale. Una prima tranche sarà di 80 milioni di euro. Il bando dell’assessorato regionale all’Economia, che a breve verrà pubblicato, prevede finanziamenti fino a 25 mila euro a tasso zero, di cui il 25 per cento a fondo perduto, preammortamento di due anni e restituzione fino a sei anni».

“Contrariamente a quanto sostiene l’on. Cancelleri – dichiara Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di Diventerà Bellissima – le autoscuole sono invece escluse dall’elenco dei beneficiari del “Bonus Sicilia” non certo per colpa del governo Musumeci, bensì a causa del mancato inserimento dei relativi codici Ateco da parte del governo nazionale».

La procedura per accedere ai finanziamenti del bando regionale potrà avvenire direttamente attraverso le banche convenzionate con Irfis o con Poste Italiane.

U’altra misura già messa in campo dal governo regionale è stata il “bonus matrimoni”. “Sono stati stanziati 3,5 milioni, che permetteranno ad oltre 1.000 giovani coppie di richiedere fino a tremila euro a fondo perduto. Un’operazione che sta rimettendo in movimento molte aziende del settore: dopo pochi giorni dalla pubblicazione, infatti, si registrano già numerose istanze di adesione presso l’assessorato regionale alla Famiglia».

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.