Grisì, nessuna nuova struttura sportiva, Mannino: “Arrivano scale più sicure al cimitero”

Mannino: "Manca il terreno per creare una nuova struttura sportiva, amministrazione concreta"

0

MONREALE – A Grisì, per il momento, non ci sarà alcun nuovo palazzetto dello sport. Nessun progetto è stato presentato dall’amministrazione comunale per aderire al bando “sport e periferie 2020”, come richiesto con un odg dal consigliere comunale Antonella Giuliano. L’esponente di Forza Italia, nel corso della seduta consiliare del 28 settembre, apprendendo dall’assessore Ignazio Davì che il comune aveva presentato un progetto per la riqualificazione del campo sportivo Conca d’Oro di Monreale, aveva espresso il proprio biasimo sulla scelta dell’amministrazione di preferire lo sviluppo di strutture sportive a Monreale piuttosto che nella frazione di Grisì.

In quell’occasione l’assessore allo sport aveva chiarito come l’ente avrebbe potuto presentare solamente un progetto a valere sul bando, ma che non ci sarebbe stata comunque la possibilità per il comune di presentare un progetto su Grisì, data la mancanza di un terreno comunale a disposizione per una struttura sportiva.

“Parliamo di cose concrete, di cosa realmente l’amministrazione può fare e sta facendo per la nostra frazione. L’amministrazione comunale non ha scelto di penalizzare Grisì a beneficio di Monreale”. Anche il consigliere Giulio Mannino in quell’occasione aveva replicato alla collega Giuliano.

“Stiamo parlando di aria fritta. Non esiste il presupposto per il progetto di una struttura sportiva su Grisì. Invece il comune sta trovando i fondi per riqualificare piazza tendopoli”.

“Bisogna presentare progetti concreti per la frazione. Su mia proposta – ha reso noto il consigliere – il comune ha provveduto a comprare 4 scale antinfortunistica con piattaforma ad ausilio del cimitero.

La popolazione della frazione di Grisì è fatta prevalentemente da anziani. Con le vecchie scale era un’impresa per loro potere portare i fiori o fare le pulizie alle lapidi dei congiunti. Sembra poca cosa, ma in realtà non lo è. E dopo tanto tempo finalmente per loro sarà più agevole, e soprattutto sicuro, svolgere queste operazioni”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.