Ferragosto, morsa della Polizia contro i trasgressori delle regole anticovid

Sotto la lente di ingrandimento: spiagge e luoghi della movida

Intensificati i controlli davanti ai maggiori locali notturni di Palermo

Il ponte ferragostano, da sempre uno dei periodi massicciamente tenuti sotto osservazione dalla Polizia di Stato, quest’anno, assume connotati ancor più particolari, alla luce del rischio di contagio da Covid 19.

La necessità di assicurare il rispetto delle misure di distanziamento sociale, si affiancherà quindi a quelle più “tradizionali”, già volte a garantire la sicurezza di chi deciderà di declinare il loro ferragosto, sia nella dimensione tradizionale del bagno di mezzanotte e quindi della permanenza su spiaggia, sia all’interno di locali pubblici o piuttosto nelle loro case, permanendo in ambiente metropolitano.

La Polizia di Stato ha, quindi potenziato il dispositivo di sicurezza, prevenzione e controllo del territorio, schierando consistenti aliquote di unità operative e garantendo, ognuna con le sue articolazioni una significativa presenza sul territorio e un’intensa attività di prevenzione e controllo nelle vie cittadine, nelle località balneari, lungo le arterie stradali, nelle stazioni ferroviarie e presso il porto e l’aeroporto.

Appositi servizi di controllo del territorio saranno svolti al fine di  incidere efficacemente sulla prevenzione e repressione dei reati predatori: spaccio di sostanze stupefacenti, abusivismo commerciale e di ogni altra forma di illegalità. Particolare attenzione sarà tra l’altro, dedicata ad impedire il tradizionale fenomeno dell’accensione di “falò” in spiaggia la notte di ferragosto e degli attendamenti.

La morsa sarà ancora più stretta, alla luce dell’ordinanza sindacale che vieta, a far data dalle ore 19.00 del 14, fino alle ore 7.00 del 15,00 e dalle ore 19.00 alle ore 24 del 15 agosto, lo svolgimento di manifestazioni pubbliche e/o eventi aggregativi nonchè, nelle stesse ore, la vendita per asporto ed il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche nonché la somministrazione di bevande di ogni genere in contenitori di vetro.

Sotto la lente di ingrandimento, naturalmente, oltre che le spiagge, anche i luoghi della movida, le discoteche, i pub dove si riuniscono giovani palermitani e turisti, in vista dell’approssimarsi del ferragosto. Inoltre, l’opera di sorveglianza in questi giorni roventi non potrà che essere intensificata davanti ai maggiori locali notturni del territorio, quelli da sempre più amati dal “popolo della notte”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.