Metropolitana Automatica Leggera di Palermo, il Comune chiede i fondi per l’adeguamento progettuale

Successivamente si passerà al finanziamento dell'intera opera. I convogli saranno capaci di trasportare 100 milioni di passeggeri all'anno

0

PALERMO – Ci sono delle novità per quanto concerne lo sviluppo della nuova Metropolitana leggera automatica di Palermo. La prima parte del progetto in questione riguarda quella che va dalla futura stazione Oreto fino a quella di via Notarbartolo. La seconda parte della linea sotterranea dovrebbe arrivare fino a Partanna Mondello.

Un progetto importante per molti cittadini poiché avrebbe cambiato il modo di circolare in città prendendo i mezzi pubblici. La rete ovviamente sarebbe stata supportata dalle navette e dalle attuali linee del tram.

Oggi, dopo anni, il Comune di Palermo ha richiesto i fondi necessari per completare il progetto e la partecipazione al bando per il finanziamento della Metropolitana Automatica Leggera. L’Amministrazione Comunale ha dichiarato che “si è provveduti ad inoltrare l’istanza di finanziamento relativa al Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la revisione dei progetti delle infrastrutture già finanziate. La richiesta – continua – ha interessato in particolare le due seguenti opere:

ampliamento del sistema Tranviario con nuove linee in direzione di Arenella e Vergine Maria, a intersezione con la linea già programmata
su via Notarbartolo – via Marchese di Villabianca, per la redazione del progetto di fattibilità tecnico economica l’importo richiesto è pari
a 546 mila euro.

– Metropolitana Automatica Leggera (MAL) – revisione del progetto preliminare, per l’adeguamento dei computi estimativi, analisi prezzi, studi trasportistici, analisi costi benefici e compilazione delle tabelle ministeriali addendum Ministero dell’Interno. L’ importo complessivo richiesto è pari a 300 mila euro”.

Una mappa delle fermate della futura MAL

Dunque, l’asse portante del nuovo sistema dei trasporti pubblici di Palermo potrà essere costituito dalla tanto attesa MAL, attraversando la città da Est ad Ovest, da via Oreto a Tommaso Natale fino a Partanna Mondello. Secondo alcuni progetti elaborati qualche anno fa, la metropolitana potrebbe trasportare circa 100 milioni di passeggeri all’anno. Infine i convogli viaggeranno su gomma anziché su rotaia riducendo l’impatto sonoro e le vibrazioni sul terreno. Lo stesso ex sindaco della città, Diego Cammarata, dichiarò che “la strada per cambiare la nostra città è quella delle infrastrutture che da due vantaggi, quello di far competere Palermo al livello europeo e soprattutto una città che da segno di sviluppo economico”.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi progettuali di questa grande ed importante infrastruttura.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.