Diocesi di Monreale, Suor Maria Cira Destro verso la canonizzazione

Il 24 luglio è stata segnata un'altra data verso questo processo

0

Suor Maria Cira Destro verso la canonizzazione. Morta a soli 36 anni, nel 1818, Maria Antonia ha lasciato il segno nel corso della sua ma significativa vita. Mentre le sue spoglie riposano all’interno della Chiesa Madre di Corleone, la diocesi di Monreale porta avanti il processo di canonizzazione che vedrà la “serva di Dio” annoverata tra i santi.

Il 24 luglio è stata segnata un’altra data verso questo processo. A Corleone, infatti, si sono insediedati il Tribunale e la Commissione storica per la fase diocesana della Causa di Beatificazione e Canonizzazione proprio nel giorno in cui ricorre l’anniversario della sua morte.

Nel corso della celebrazione, presieduta dall’Arcivescovo Michele Pennisi, i tre membri del Tribunale della causa, mons. Antonino Dolce, delegato arcivescovile, don Calogero Latino, promotore di giustizia, e Anna Manno, notaio, alla presenza del cancelliere, don Antonio Ortoleva, hanno prestato giuramento impegnandosi a compiere il loro incarico con fedeltà. Lo stesso hanno fatto i membri della Commissione storica, don Giovanni Vitale, don Santo Giuseppe Terranova, il prof. Vincenzo Campo e il prof. Calogero Ridulfo, che si occuperanno di raccogliere scritti e documenti che riguardano la religiosa, tracciandone anche una relazione sulla personalità.

L’evento è stato organizzato dalla parrocchia San Martino e dall’Associazione Suor Maria Cira Destro.

La Serva di Dio Suor Maria Cira Destro, al secolo Maria Antonia, religiosa clarissa, nasce a Corleone (Arcidiocesi di Monreale) il 12 marzo 1782. La sua vita è caratterizzata dall’amore per Cristo Crocifisso e per i poveri, dall’esemplarità con cui vive i consigli evangelici, dalla preghiera, dalla sofferenza, da eventi prodigiosi e fenomeni mistici. Muore in fama di santità il 24 luglio 1818.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.