Palermo, ancora fiamme in provincia: bruciano i monti di Santa Cristina Gela

Dopo 3 giorni domati gli incendi sul Monte Cuccio. La prefettura: "Impegnati 200 uomini in 48 ore"

0

PALERMO – Dopo tre giorni “d’inferno” sul capoluogo siciliano gli incendi sono stati domati questa mattina sul Monte Cuccio e sulla collina di Borgo Nuovo. L’intervento dei canadair ha completamente spento i roghi che hanno interessato tutta la macchia mediterranea e San Martino delle Scale, minacciando, successivamente, le abitazioni.

La prefettura di Palermo si è espressa dichiarando che sul posto sono stati impiegati circa “200 uomini in ben 48 ore”. Una cifra impressionante che fa capire il duro lavoro dei vigili del fuoco per spegnere l’incendio.

Per il capo della Protezione Civile siciliana “si tratta di roghi dolosi”. Secondo le ricostruzioni il fronte di fuoco sarebbe partito giorno 13 intorno alle 12:00 sulla collina soprastante il quartiere di Palermo, Borgo Nuovo, per poi il giorno successivo, risalire su tutto il versante ovest del Monte Cuccio, a causa dei forti venti di Scirocco. Infine ieri le fiamme hanno raggiunto San Martino delle Scale. Solo questa mattina il rogo è stato completamente domato.

La gente in questi giorni ha manifestato tanta paura, tant’è vero che alcuni hanno deciso di lasciare le proprie abitazioni, oppure di rinchiudersi in casa per via dell’aria irrespirabile”

Oggi un altro incendio è scoppiato a Santa Cristina Gela, vicino Piana degli Albanesi, dove un canadair è dovuto giungere per spegnere il rogo. Anche lì impiegate tante squadre dei vigili del fuoco per evitare che le fiamme avanzassero verso le abitazioni.

Ieri la protezione civile aveva emanato per la giornata di oggi un allerta incendi di colore rosso su tutta la provincia per l’imminente arrivo del caldo africano e dei venti di Scirocco che in queste ore interessano soprattutto la Sicilia Occidentale. Nel pomeriggio si è registrata una massima di 39 gradi e all’aeroporto di Punta Raisi si è raggiunto il record dei 40 gradi.

Domani la situazione cambierà per l’arrivo di venti freschi che faranno diminuire le temperature e il clima afoso di queste ore.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.