Consegna a domicilio, ordini su whatsapp, sanificazione dei singoli capi con ozonizzatore, il commercio in tempo di Covid19

La sfida oggi è ridare fiducia alla clientela, Mariella Sapienza: "Noi il 18 apriremo"

0

MONREALE – Da giorno 18 maggio anche i commercianti di abbigliamento potranno riprendere la propria attività. Ma con molte difficoltà. Rispettare le prescrizioni imposte dal governo per evitare il contagio da Covid19 non sarà semplice. Ma la vera sfida alla quale i commercianti oggi sono chiamati è quella di reinventarsi il modo di fare commercio per riacquistare la fiducia della clientela, timorosa di potere essere contagiata andando a provare o a rovistare la merce esposta in un negozio. 

Alcuni negozianti hanno deciso di investire nella vendita online, aprendosi ad un mercato enorme, senza confini, ma dove è certamente difficile riuscire a  confrontarsi con realtà imprenditoriali grandi e già affermate. Una sfida che per il commercio al dettaglio rappresenta un salto nel buio. 

Molti negozianti hanno scelto invece di riaprire i negozi, cercando il contatto con la clientela, come da tradizione, adottando però soluzioni che, oltre a rispettare le prescrizioni imposte per evitare il contagio, vadano ancora di più incontro alle esigenze della clientela e diano, soprattutto, fiducia.

Mariella Sapienza, titolare a Monreale dello storico negozio di abbigliamento “Martinelli”, ha deciso di rimboccarsi le maniche. “Giorno 18 apriremo”, spiega.

Nel punto vendita entreranno al massimo due clienti per volta, separati da un divisorio. Verrà adoperato un solo camerino per la prova dei vestiti, e verrà disinfettato ad ogni uso.

Sapienza si è dotata di un ozonizzatore che consentirà la sanificazione del capo subito dopo la prova effettuata dal cliente. L’ozonizzatore servirà inoltre a sanificare il negozio durante la pausa pranzo e di notte.

La clientela potrà entrare solo se provvista di mascherina, e dovrà igienizzare le mani prima di entrare, utilizzando l’apposito dosatore di gel posto all’ingresso del negozio.

Mariella Sapienza ha deciso anche di avviare il servizio di consegna a domicilio dei capi, che potranno essere ordinati anche per telefono: “Nel caso dell’intimo, ad esempio – spiega la titolare – basterà che il cliente mandi tramite messaggio la foto del capo che vuole riacquistare, indicandone la misura. Saremo noi a recapitarlo nel domicilio”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.