Monreale, tampone eseguito a Irene Indovina. Ieri sera arrivata la chiamata dell’Asp

La ragazza era in attesa di un contatto da parte dell’Asp dopo il termine della quarantena

0

MONREALE – È stato eseguito stamane il tampone rinofaringeo a Irene Indovina, in auto isolamento fiduciario a Monreale dopo il rientro il 21 marzo dagli Stati Uniti. La ragazza era in attesa di un contatto da parte dell’Asp dopo il termine della quarantena.

Questa mattina Irene con la sua auto si è recata nell’ospedale La Casa del Sole sottoponendosi al controllo, tra qualche giorno sarà trasmesso l’esito. Dopo la pubblicazione dell’articolo su Filodiretto, il presidente del consiglio Marco Intravaia si era interessato al caso. “Non risulta tra le persone registrate nel sito del comune di Monreale”, aveva spiegato il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, dopo essere venuto a conoscenza della situazione della monrealese. Così ieri sera la giovane è stata contatta dall’Asp per eseguire il tampone. 

La ragazza si era rivolta a Filodiretto per raccontare il limbo in cui si trovava. A distanza di 38 giorni in auto isolamento fiduciario a casa sua non era mai stata contattata dall’Asp. Al rientro in Sicilia, Irene aveva provveduto ad autodenunciarsi ma probabilmente utilizzando un canale diverso dal portale della regione siciliana.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.