Coronavirus, Comunità cinese dona materiale per prevenzione diffusione contagio alla città

Sono giunti ieri sera tramite l'ambasciata cinese di Roma, mascherine, copricapo e altri dispositivi di protezione individuale

0
L’associazione dei gestori di Bar Cinesi in Italia dona alla città di
Palermo materiale idoneo a contrastare la diffusione del Coronavirus.
Sono giunti ieri nella tarda serata infatti, per il tramite
dell’Ambasciata cinese di Roma, mascherine, copricapo e altri
dispositivi di protezione individuale a sostegno dell’impegno della
città contro il contagio.
Il presidente dell’associazione Zhou Zhongce, sottolinea che per la
comunità cinese “l’Italia è la seconda casa” ricordando che così come
le comunità cinesi si erano impegnate a sostegno dei propri
connazionali in Cina, l’impegno si è spostato ora a favore dell’Italia
e con l’Italia.
“Anche se una sola di queste mascherine  dovesse essere utile a
salvare una sola vita, ha detto il Sindaco Leoluca Orlando, a nome
di tutta la città e di tutti i palermitani, non posso che dire un
caloroso grazie alla comunità cinese di Palermo che si conferma una
parte importante della nostra realtà.
Non posso anche che ringraziare l’Ambasciata cinese che fin dalle
prime ore dell’emergenza si è mostrata vicina e attenta alle esigenze
della nostra comunità.”
“La solidarietà della comunità cinese, afferma il Presidente Giuseppe
Norata, servirà a dare una boccata d’ossigeno a tante strutture
pubbliche e che svolgono servizi pubblici a Palermo.”
La RAP è stata infatti incaricata dal Sindaco, per motivi logistici,
di coordinare la ricezione di tutti i materiali utili che in queste
ore da diverse parti e donatori stanno arrivando al Comune, anche
mettendoli a disposizione di altri enti, prioritariamente le strutture
sanitarie ma anche le forze dell’ordine e le altre aziende
partecipate.
Già nella giornata di oggi il Presidente Norata ha
contattato le autorità sanitarie per concordare la distribuzione del
materiale a loro utile.
Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.