Matteo Salvini ricevuto da Musumeci, ma salta la visita a Ballarò: “È bastata la notizia del mio arrivo per rimettere un po’ di ordine”

Salvini affronta con Musumeci i temi dei collegamenti aerei e ferroviari della Sicilia, “dico al Sindaco di Palermo che dovrebbe mettere a posto sempre, non solo quando vengo io”

PALERMO – È cominciata la visita siciliana del leader della Lega Matteo Salvini che ha scelto Palermo come unica tappa dell’isola. Alle 15.30 è atterrato all’aeroporto di Punta Raisi e si è recato subito a Palazzo D’Orleans, per incontrare il presidente della Regione Nello Musumeci.

Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i temi dei collegamenti della Sicilia, in particolare i collegamenti aerei e ferroviari. Salvini ha assicurato il sostegno della propria parte politica e parlamentare a ogni iniziativa finalizzata alla coesione economica e sociale della Sicilia e del Mezzogiorno d’Italia con il resto del Paese.

Nella sua visita a Palazzo Orleans, Salvini era accompagnato dal senatore Stefano Candiani, coordinatore regionale della Lega, e dal parlamentare nazionale Nino Minardo.

La prima tappa del tour doveva essere il mercato di Ballarò, uno dei più antichi quartieri del capoluogo, ma è slittata. “Mi hanno segnalato gli abitanti del quartiere di Ballarò – ha detto Salvini – che è bastata la notizia del mio arrivo per rimettere un po’ di ordine: ma dico al Sindaco di Palermo che dovrebbe mettere a posto sempre, non solo quando vengo io”.

Non si è fatta attendere la risposta di Leoluca Orlando che ha detto che il gruppo della Lega ha votato contro il provvedimento proposto in giunta di realizzare delle coperture per il famoso mercato del centro storico, stigmatizzando il comportamento dei componenti della Lega a Palermo che hanno definito “Ballarò come un quartiere laboratorio per l’integrazione della criminalità”.

Contro la visita di Salvini si è espresso anche il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Giuseppe Provenzano.”La Sicilia è casa mia – ha detto il ministro, originario del Nisseno – È una terra accogliente e lo è anche con Salvini, ma al Sud non c’è alcun innamoramento per il capo leghista e lo dimostrano i dati delle regionali in Calabria”.

Ma Salvini non demorde e ha avvertito che nel week end di San Valentino la Lega sarà presente in tutte le piazze con lo slogan: “meno salotti, più piazze”.

Sempre nel pomeriggio il leader della Lega prevede di visitare il commissariato Oreto, in via Roma, che ha competenza sui mercati storici della Vucciria, del Capo e di Ballarò. Tre anni fa ha subito un declassamento, da prima a seconda categoria, passando da dirigenziale a direttivo, con una conseguente “perdita di funzionari e agenti”, diventando, ha denunciato la Consap, “un commissariato di serie B”. Una decisione contro cui allora si era battuto proprio il leghista Gelarda, sindacalista di polizia.

Già l’anno scorso in visita al commissariato si era recato l’allora sottosegretario dell’Interno, Stefano Candiani, accompagnato da Gelarda. Dopo quella visita e con Salvini ministro dell’Interno, erano state avviate le procedure perché il commissariato tornasse a essere dirigenziale e si era ripreso l’iter per il trasferimento nei nuovi locali, bloccato da pastoie burocratiche. “Con il nuovo governo Pd-M5s non si è saputo più nulla”, denunciano dalla Lega.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.