Sanfratello (Articolo Uno): “Amministrazione troppo spostata a destra, ancora visto niente di quanto promesso in campagna elettorale”

0

MONREALE – “In campagna elettorale tante belle parole piene di entusiasmo sia da parte del candidato sindaco sia da chi ha condiviso questo percorso, ancora nelle mie orecchie rintronano tutte le promesse fatte, si doveva rivoltare questo comune come un calzino, bisognava stare al passo con l’Europa per fare arrivare finanziamenti per migliorare i servizi di questa città. Di tutto questo ad oggi non abbiamo visto niente, non sappiamo su cosa si è lavorato, abbiamo visto solo nei primi giorni una manutenzione delle strade e pulizia degli spazi pubblici utilizzando un finanziamento che aveva chiesto la passata amministrazione”. 

È Lillo Sanfratello, Coordinatore territoriale di “Articolo Uno”, il Movimento creato nel 2017  da Pier Luigi Bersani, Roberto Speranza e Massimo D’Alema in seguito alla scissione dal Partito Democratico, a lanciare una feroce critica nei confronti dell’amministrazione comunale.

“La cosa che più mi sorprende è che sotto la bandiera delle liste civiche l’unico partito presente con una propria lista è Diventerà Bellissima, che la sta facendo da padrone nell’imporre il proprio progetto politico pur non avendo avuto quel consenso (poco più di 1200 voti) al pari di altre liste civiche presenti nella coalizione”. 

“Stiamo assistendo a uno spostamento a destra del progetto politico  – spiega il rappresentante del partito di sinistra – senza che altre forze presenti facciano sentire la propria voce. Questo ci amareggia e non poco. Il protagonismo di qualcuno non sta giovando a questa amministrazione. Si vogliono coprire le manchevolezze con il fumo negli occhi delle visite a Monreale del presidente della Regione, ahimè anche lui, in piena crisi di maggioranza, ingessato a Palazzo d’Orleans”.

“Mi sarei aspettato – spiega Sanfratello – una intraprendenza amministrativa da personaggi politici vecchi (purtroppo) e nuovi che fanno parte di questo progetto. L’unica cosa visibile fatta è il cambio della segnaletica degli stalli per il parcheggio in via B. D’Acquisto. Hanno disegnato in obliquo gli stalli procurando un restringimento della carreggiata, rendendo insicuro il tratto di strada. Il cambio di segnaletica ha aumentato il numero degli stalli e quindi le entrate per la ditta che ha la convenzione e di riflesso anche per il Comune, e mi auguro che sia stata rivista la convenzione, ma ha reso insicura la strada. Da capire anche se è stato applicato il codice della strada nella gestione delle strisce blu e nell’utilizzo del personale dipendente come ausiliario del traffico”. 

“Ci auguriamo che le cose possano cambiare, magari spostando un po’ più a sinistra la politica comunale, ma capisco anche che questo resterà solo un sogno. Dico solo agli amici amministratori SVEGLIAMOCI”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.