Segnala a Zazoom - Blog Directory

“Monreale ha bisogno di una guida”. Il programma elettorale di Alberto Arcidiacono

Monreale, 5 aprile 2019 – In vista delle elezioni del 28 aprile, i candidati hanno cominciato a rendere pubblici i propri programmi elettorali. La redazione di Filo Diretto ne pubblicherà uno al giorno, allegando il testo originale, a partire da oggi col programma elettorale del candidato Alberto Arcidiacono, sostenuto dalle liste Diventerà Bellissima, La nostra terra, Autonomia e libertà e Obiettivo Futuro.

“Innanzitutto il bilancio”: comincia così il programma di Arcidiacono, che va subito al punto. “In un Comune in dissesto finanziario la prima necessità sarà mantenere il bilancio equilibrato. La necessità di non creare ulteriore deficit è inderogabile se desideriamo dare seguito alla programmazione che abbiamo in mente. Quindi, la priorità è indicata, e all’insegna dell’equilibrio di bilancio implementeremo attività relative a:

  • Fondi comunitari
  • Istruzione e formazione
  • Turismo e cultura
  • Urbanistica, ambiente, territorio
  • Pubblica amministrazione
  • Welfare (assistenza sociale)
  • Rifiuti e igiene pubblica
  • Mobilità

Il problema delle precedenti amministrazioni, secondo quanto riportato nel programma, sarebbe stata la mancanza di progettualità, che portava a preferire il varo del bilancio di previsione solo pochi giorni prima della fine dell’anno di competenza. “Le giunte che si sono succedute hanno avuto la necessità di navigare a vista, spendendo le somme previste tra le entrate dell’Ente man mano che si presentavano le necessità. Ovviamente, questa prassi consolidata non ha consentito di misurare la reale efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa della giunta di governo, liberando i protagonisti da qualsivoglia reale responsabilità”.

L’obiettivo concreto è quindi, nei primi mesi di ciascun anno solare, prevedere tutti quei progetti che dovranno convergere all’interno del documento di bilancio, affinché siano coperti finanziariamente.

Pianificazione finanziaria anche in campo energetico: l’implementazione di impianti a energie rinnovabili permetterà di ridurre la spesa energetica. “Solo per rendere l’idea, sarà possibile risparmiare a regime oltre 1 milione di euro all’anno soltanto grazie alla conversione della spesa energetica in investimenti in impianti a energie rinnovabili”.

Per quanto riguarda i fondi comunitari, secondo il programma, bisognerà redigere i progetti e gli interventi da inserire nei bandi, da un lato, e indicare la copertura finanziaria della parte non prevista dal bando, dall’altro. “È nostra idea che nei primi due esercizi il piano annuale prevederà quasi esclusivamente interventi infrastrutturali che consentiranno risparmi di spesa. Dal terzo anno in poi sarà possibile utilizzare parte dei risparmi ottenuti (in avanzo primario di amministrazione) per dare copertura finanziaria a quegli interventi che non hanno appunto copertura naturale”.

Per quanto riguarda istruzione e formazione il programma tocca diverse tematiche: adeguamento degli edifici pubblici dal punto di vista edilizio, strutturale e impiantistico; calendarizzazione degli interventi in modo che siano precedenti all’inizio dell’anno scolastico; realizzazione di nuovi edifici scolastici; monitoraggio del funzionamento delle strutture e dei servizi rivolti agli alunni in condizioni di disabilità.

Altro tema molto caro ai monrealesi è quello del turismo, e nel programma Arcidiacono vi dedica una sezione con obiettivi specifici. Ripristino del decoro urbano, collaborazione coi tour operator, garantire servizi igienici fruibili, implementare i trasporti e l’orario dell’Ufficio Informazioni Turistiche.

Per quel che riguarda la pubblica amministrazione lo slogan è “Soddisfare i bisogni dell’attuale popolazione senza compromettere quelli della popolazione di domani”: si va dall’incentivazione dei principi di sostenibilità ambientale, a una maggiore centralità del cittadino rispetto alle scelte dell’amministrazione, fino a una riduzione degli sprechi.

La forte antropizzazione del territorio monrealese verrà maggiormente controllata e messa in sicurezza attraverso carte tematiche di propensione alle frane, l’implementazione di un sistema informativo territoriale e la manutenzione delle strade e dei servizi presenti sul territorio.

Il tema dei rifiuti sarà affrontato attraverso una riduzione del quantitativo degli stessi, un maggiore riutilizzo e riciclaggio, nonché il recupero energetico per combustione delle frazioni a più alto potere calorifico. Attraverso una raccolta differenziata capillare sarà possibile ridurre notevolmente la quantità di rifiuti.

Prevista anche una maggiore attenzione verso progetti associativi, culturali e ricreativi, che Arcidiacono intende incentivare attraverso la ricostruzione del “Registro delle Associazioni”, l’istituzione dell’Ufficio Spettacoli e l’implementazione delle attività promosse dalla biblioteca.

Per maggiori dettagli è possibile visionare il programma elettorale completo qui.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.