Monreale. Ausiliari del traffico sospesi dal lavoro ad agosto: “Dov’è la politica monrealese”?

0

Monreale, 21 agosto 2018 – “Abbandonati dalla politica. Non riusciamo a dare dignità alle nostre famiglie”. È questo il grido di dolore lanciato da alcuni ausiliari del traffico monrealesi, per i quali si prospettano tempi duri. Una situazione simile a quella di inizio anno, quando per 3 mesi erano rimasti senza occupazione.

Licenziati il 31 dicembre 2017, il 1° aprile i 9 dipendenti della ACS (Automobile Club Sicilia di Palermo) erano stati riassunti, pur con un contratto che ne riduceva di molto le ore lavorative e quindi le retribuzioni. “Lavoriamo solamente 2 ore al giorno”, lamentano. La loro retribuzione, per 10 ore settimanali, si è ridotta così a 250 € mensili. Circa 5 euro l’ora, alle quali si va ad aggiungere una componente variabile, legata alla retrocessione del 30% dell’importo incassato sulla vendita dei tickets per il parcheggio. Una formula contrattuale, questa, sulla quale alcuni mesi fa si erano levate molte critiche da parte di Sandro Russo (PD) in consiglio comunale.

Per i lavoratori si prospetta un futuro incerto e lo spettro della disoccupazione.

Per il mese di agosto la società ha ridotto notevolmente l’organico dei suoi dipendenti che operano su Monreale. Dei nove, solamente due continuano a lavorare, oltre ad uno addetto ai bagni del parcheggio Torres-Cirba. Gli altri sei sono stati lasciati a casa, con la promessa di essere richiamati a settembre, ma con la prospettiva di continuare a lavorare a singhiozzo nei prossimi mesi. Già è stato loro anticipato che l’azienda potrebbe non richiamarli a dicembre.

Invece, ai due operatori che controllano gli stalli e vendono i tickets in questo mese di agosto è stato comunicato che verranno sospesi dal lavoro per il mese di settembre. Una rotazione difficile da digerire per i lavoratori che per tanti anni con tutte le precedenti ditte avevano lavorato a tempo pieno senza alcuna interruzione. 

Una scelta aziendale che va ad incidere pesantemente sulla situazione economica delle famiglie di questi lavoratori che chiedono un intervento alla politica monrealese.

“Su questo trattamento la politica monrealese non dovrebbe intervenire, dato che si tratta di un servizio dato in concessione dal comune?” chiedono con rabbia alcuni lavoratori, che però preferiscono mantenere l’anonimato.

La concessione, della durata di 4 anni, prevede la gestione di 28 stalli per pullman, e di 339 stalli per autovetture, oltre alla gestione e alla pulizia dei gabinetti pubblici del parcheggio Torres-Cirba.

“L’amministrazione non dovrebbe garantire i lavoratori? Dove sta, e cosa ne pensa il resto dei consiglieri comunali? Sono solo impegnati nelle loro beghe politiche, o sono sempre in vacanza?”

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.