Angelo Patanè: dalla Casa degli Assi alle vette del poker nazionale

Non conosce battute d’arresto la carriera nel poker sportivo professionistico di Angelo Patanè, palermitano classe 1990 che negli ultimi anni ha fatto parlare di sé per i grandi risultati ottenuti sia nei tornei live che al tavolo verde virtuale. Partito dagli eventi dal vivo, il siciliano si è specializzato in breve tempo nell’online ed è stato uno dei protagonisti nel 2015 della seconda edizione Casa Degli Assi, il reality show targato Mediaset dedicato al Texas Hold’em.

Angelo “Mirko313” Patanè inizia a collezionare risultati nell’ormai lontano 2010. L’esordio sarà indimenticabile. Siamo a marzo e si gioca il Sunday Special di PokerStars. Dopo un torneo condotto sempre all’attacco, il siciliano si qualifica all’heads up finale contro “tunera81”. Il testa a testa dura 46 mani ma alla fine è proprio Patanè a spuntarla e a conquistare il primo risultato importante in carriera. Risultato bissato l’anno successivo con un altro secondo posto assoluto.

Passano pochi mesi e ad agosto il palermitano si qualifica al Main Event IPT di Sanremo, l’appuntamento live più importante del circuito italiano. Al termine della rassegna sarà 37esimo, un risultato incoraggiante che metterà le basi per una carriera di alto livello e che lo incoraggerà a continuare lo studio della disciplina.

 

Il bis nei tornei dal vivo arriverà l’anno successivo, ancora nell’IPT. Questa volta siamo a Campione d’Italia e Patanè chiuderà al settimo posto assoluto superando decine e decine di affermati professionisti.

Il siciliano è ormai uno dei nomi emergenti del poker nazionale. E lo sarà ancora di più dopo il 2015, anno in cui ottiene il pass per partecipare alla Casa degli Assi, il reality show interamente dedicato al Texas Hold’em sportivo. Nelle cinque settimane passate nella dimora di Malta, Angelo Patanè si rivela uno dei giocatori più abili e chiude al quinto posto assoluto dopo essere stato per molti giorni cheepleader.

Il 2015 è un anno magico. Uscito dallo show “Mirko313” continua a inanellare risultati. Il più prestigioso sarà l’ottavo posto assoluto nel Main Event delle Micro Series di PokerStars. Un piazzamento che conferma la versatilità di Patanè, capace di districarsi con egual successo live e online, nonostante la specializzazione nel Texas Hold’em e nel cash game.

Terminati gli studi universitari in Lettere Moderne nel 2016, il ragazzo di Palermo ha deciso di dedicarsi al poker a tempo pieno e di tentare la strada del professionismo con un obiettivo chiaro in testa: quello di ottenere un contratto per entrare nel Team PokerStars Pro. Per farlo ha già iniziato un approfondimento delle strategie della disciplina che gli ha permesso, nel 2017, di ottenere alcuni buoni risultati dal vivo nel circuito maltese.

Se l’obiettivo per il prossimo periodo è quello di entrare nel team di professionisti della Casa della Picca Rossa, il vero sogno nel cassetto è un altro: quello di vincere le World Series of Poker di Las Vegas. Un’impresa che non è mai riuscita a nessun italiano. Che sia questo ragazzo con la passione per la letteratura e l’archeologia e con la leggenda Daniel Negreanu come idolo pokeristico, il primo azzurro a conquistare la “Sin City”?

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.