Mercato pneumatici, in Italia l’online supera altri ostacoli

0

16 marzo 2018 – Lo shopping online sta diventando una modalità di acquisto scelta da un numero sempre crescente di italiani, eppure ci sono ancora settori in cui si cerca il negozio fisico: secondo una ricerca di Coldiretti, circa il 67 per cento dei nostri connazionali ha comprato un prodotto o un servizio sul Web nell’ultimo anno, ma la cifra cala di molto se si considerano i comparti di cibo e alimentari, ad esempio, o il mercato degli pneumatici.

Cresce piano la quota di acquisti online

Quest’ultimo settore, in particolare, è quello su cui conviene soffermare la nostra analisi: a fronte di una forte crescita del mercato a livello europeo – che sta assecondando le previsioni della nota società di analisi finanziarie Frost&Sullivan, che già nel 2014 parlavano di un commercio di gomme online capace di raggiungere in Europa il 20 per cento del totale di vendite entro il 2020 – gli automobilisti nostrani sembrano ancora non essere del tutto convinti.

Ritmi in salita nei prossimi due anni

In realtà, c’è forse un generale livello di “diffidenza” che gli italiani hanno verso gli acquisti di nuove gomme, come dimostrano purtroppo i report statistici di Polstrada o associazioni di categoria, che rivelano come la percentuale di irregolarità sulle condizioni delle coperture, a cominciare da pneumatici troppo usurati, sia ben oltre il livello di allerta. In ogni caso, oggi si stima che il 7 per cento dei nuovi prodotti sia acquistato comunque sul Web, nonostante appunto fattori infrastrutturali e culturali che relegano l’Italia indietro rispetto a competitor internazionali.

Dove comprare gomme online

La doppia cifra sul totale delle vendite di gomme dovrebbe arrivare, per il nostro Paese, entro i prossimi due anni, grazie in modo particolare alla crescita dei portali specializzati in questo mercato, come ad esempio Euroimport Pneumatici, la piattaforma dove acquistare pneumatici online al prezzo più competitivo del nostro Paese. Secondo recenti stime, già attualmente 13 milioni di automobilisti “tricolore” hanno scelto il Web per comprare le gomme nuove per le proprie vetture, e in quattro casi su dieci queste transazioni hanno avuto corso proprio negli ultimi dodici mesi, a dimostrazione di una accelerazione nelle abitudini tecnologiche e di acquisto anche dalle nostre parti.

Le ragioni del successo

A spingere la crescita delle modalità più innovative di acquisto sono anche i fattori contestuali legati a questa esperienza: si può comprare da siti italiani, con schede tecniche precise che informano sul modello scelto e recensioni dettagliate realizzate da altri utenti, che raccontano le loro sensazioni di guida; la scelta dei prodotti è più ampia rispetto a qualsiasi negozio fisico, con centinaia di marche e migliaia di modelli di gomme, tra cui trovare sicuramente la più adatta alle proprie esigenze. Non ultimo, il citato aspetto del prezzo e del risparmio, che consente di portarsi a casa (anzi, di attendere la spedizione!) un set di pneumatici a un costo contenuto e dall’alto rapporto tra qualità e prezzi.

Vantaggi di tempo e denaro

In aggiunta a questi motivi, non bisogna trascurare un altro fattore piuttosto interessante: come rivelato anche da alcuni sondaggi in materia, più della metà degli automobilisti italiani che ha rinnovato il proprio treno di gomme scegliendo una piattaforma online si è lasciato convincere anche dal risparmio di tempo. Comprare pneumatici sul Web significa, infatti, completare le operazioni in pochi minuti, comodamente da casa o da qualsiasi luogo tramite smartphone, senza necessità di dover “toccare con mano” i prodotti o di dover visitare vari gommisti della propria città per ritrovare le coperture delle dimensioni adatte alla propria auto, con le giuste caratteristiche e ovviamente a un prezzo ritenuto soddisfacente, perché tutto si fa in pochi clic.

L’ultimo ostacolo

Non ultimo, l’eCommerce di pneumatici sta diffondendosi anche per un fattore “contestuale”: sembra ormai finito il periodo di lotta e di ostracismo che i gommisti “tradizionali” stavano portando avanti contro i rivenditori online. Sempre più officine in Italia infatti accettano di installare gomme acquistate altrove, ma soprattutto sempre più gommisti hanno attivato delle collaborazioni dirette con gli store online, così da ampliare il loro portafoglio clienti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.