Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale: Miceli, Forzieri, Tumminello e Di Martino nuovi Responsabili di Unità Organizzativa dell’Area Promozione Sociale e Territoriale

Prevista una indennità per i Funzionari. Coordineranno 73 unità lavorative

Monreale, 27 marzo 2017 – Con determinazione dirigenziale del 24/03/2017, il dirigente dell’Area Promozione Sociale e Territoriale, dott. Giancarlo Li Vecchi, ha dato luogo alla riorganizzazione delle quattro sezioni dell’Area di sua competenza, come previsto dal regolamento degli Uffici e dei Servizi dell’Ente, conferendone la responsabilità ai funzionari di categoria D/3.

Nello specifico, a capo di “Servizi e Attività Socio Assistenziali” andrà la dott.ssa Maria Daniela Miceli, Funzionario Assistente Sociale, che si occuperà di programmazione, attuazione e gestione degli interventi e dei servizi socio-assistenziali anche nell’ambito della gestione integrata (minori, anziani, disabili e immigrati) e degli asili nido. Si avvarrà di 25 unità.

La responsabilità della Sezione “Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo” è stata assegnata alla dott.ssa Ivana Forzieri Squatrito, Funzionario Amministrativo. Si occuperà nello specifico di attività relative all’organizzazione, alla promozione e alla gestione di eventi culturali, avvalendosi di 27 unità.

La “Pubblica Istruzione” è stata assegnata alla Sig.ra Lucia Tumminello, Funzionario Amministrativo, che coordinerà 17 unità lavorative nelle funzioni di Istruzione primaria e secondaria, scuole dell’infanzia, attività parascolastiche, trasporto scolastico e servizio scuolabus, sportello universitario.

Infine, assegnata al dott. Maurizio Di Martino la responsabilità della Sezione “Gestione Giuridica Risorse Umane”, e quindi la gestione amministrativa e giuridica del personale dipendente dell’Ente, le relazioni sindacali, l’ufficio procedimenti disciplinari, il controllo di gestione per le risorse umane, la struttura tecnica permanente sostegno O.I.V., con l’ausilio di 4 unità.

Ai funzionari, per l’espletamento dell’incarico conferito, sarà corrisposta la dovuta indennità, come previsto dal contratto nazionale, compatibilmente con le disponibilità economiche previste nel fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e della premialità.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.