A Corleone si lotta per l’acqua pubblica, molto partecipata l’assemblea cittadina

1

Corleone, 26 giugno – Ieri, 25 Giugno, si è svolta presso il Centro Multimediale di Piazzale Danimarca a Corleone un’assemblea cittadina, una partecipazione non influenzata da nessun movimento politico, avente ad oggetto la crisi idrica che ha causato notevoli disagi alla cittadinanza per circa 20 giorni. Nonostante adesso i problemi idrici sembrano essersi risolti, i cittadini hanno partecipato attivamente all’assemblea, moderata dall’Avvocato Lea Cortimiglia e da Franco Saporito, ex dipendente comunale che ha tracciato l’excursus comunale tra Aps e Amap.

L’obiettivo dell’assemblea è stato di chiedere il ritorno dell’acqua come pubblico servizio piuttosto che una privatizzazione che grava notevolmente sui costi riducendone allo stesso tempo i servizi erogati.
“Il Comitato spontaneo e pubblico “Liberi Cittadini Corleonesi” stante il perdurare della grave crisi idrica in alcune zone della Città di Corleone ha deciso in data 14 giugno di procedere ad una raccolta firme in una missiva da inviare a S.E. il Prefetto di Palermo per segnalare e intervenire sul grave disagio che stanno subendo i cittadini, le attività agricole, artigianali e commerciali.” Ciò che si rimprovera è anche il disservizio da parte dell’Amap e dell’Amministrazione Comunale che erano già a conoscenza che il problema del potabilizzatore e la condotta avrebbero potuto creare dei problemi, sorvolando di conseguenza sugli interventi necessari al fine di permettere “l’utilizzo dell’acqua del lago di Prizzi non appena se ne fosse presentata la necessità, evitando questo grave disagio”.

Il Vice Sindaco del Comune di Corleone, Mario Lanza, in merito alle problematiche dell’acqua sottolinea che “i Comuni non possono gestire da soli le reti idriche, le quali devono necessariamente essere gestite da consorzi.”
Numerosi sono stati gli interventi nel corso dell’assemblea e nonostante tutto la rabbia dei cittadini è stata anche causata dal non veder partecipare all’assemblea nessuna autorità, pur trattandosi di una assemblea necessaria per capire le problematiche attinenti alla rete idrica. Ora si procederà con la richiesta al Sindaco di un incontro specifico, intanto Corleone reagisce.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.