Segnala a Zazoom - Blog Directory

I segreti per la scelta e la manutenzione della tua piscina da giardino

Le piscine da giardino sono un’ottima soluzione per chi vuole godere del sole, rilassarsi ma soprattutto avere la possibilità di potersi tuffare per rinfrescarsi restando nella propria abitazione. Esistono vari tipi di piscine da giardino, che siano interrate o fuori terra e la scelta varia a seconda delle caratteristiche che si ricercano e al budget a disposizione. Oltre a questo è da tenere assolutamente presente che occorre manutenzione e cura costante per il loro corretto funzionamento.

La scelta della piscina

Una delle fondamentali cose da tenere in considerazione è appunto la dimensione: in base tue esigenze e allo spazio disponibile nel giardino si opta per la migliore soluzione, come anche l’esposizione al sole per godere di tutta la luce possibile nelle ore del giorno. La piscina è uno degli elementi principali che regala anche la luce al proprio giardino, colori e gioia e dà la possibilità per chi la possiede di creare un ambiente rilassante da condividere con gli ospiti o da semplicemente in solitudine per un meritato momento di relax. E’ un importante punto guadagnato anche solo per abbellire un grande giardino verde.

Se si ha disposizione poco spazio nel giardino, è consigliabile utilizzare una piscina fuori terra perché meno costosa e e pratica da montare e smontare a seconda delle esigenze. Mentre se si possiede un grande giardino soprattutto pianeggiante, allora la scelta giusta è la piscina interrata che garantisce in primis un elegante aspetto all’ambiente e la possibilità di scegliere dimensioni più grandi, ma anche la possibilità di abbellire ulteriormente aggiungendo sdraio, sedie e tavolini per creare una vera e propria zona relax. Cosa fondamentale da non dimenticare è quella di installare pavimenti adatti a camminare in prossimità della piscina in modo da evitare incidenti e rendere l’ambiente il più sicuro possibile.

Anche di notte la piscina può diventare perfetta da utilizzare per un magnifico bagno sotto le stelle installando luci sia interne che esterne che consentono l’utilizzo.

Le piscine possono essere progettate in diversi materiali: le piscine in acciaio sono le più economiche, ma richiedono una maggiore manutenzione mentre le piscine in vetroresina e quelle in cemento armato sono più costose, ma sono più resistenti e durature.

Su può scegliere la forma che si preferisce, tenendo presente che le forme più complesse possono aumentare i costi di costruzione e manutenzione, fondamentale indipendentemente dal materiale e dalla forma.

Se ancora non hai deciso il tipologia di piscina da acquistare puoi continuare ad informati su siti specializzati in piscine da giardino come questo.

Manutenzione

La pulizia è alla base di tutto: bisogna pulire regolarmente il fondo e le pareti della piscina per rimuovere lo sporco e le alghe che possono crearsi col tempo.

Anche il livello dell’acqua è importante: bisogna assicurarsi che il livello dell’acqua sia sempre adeguato per evitare problemi con la pompa e i filtri che vanno puliti e controllati regolarmente e stessa cosa con la pompa per garantire che funzionino in modo ottimale.

Bisogna controllare regolarmente anche il pH dell’acqua con un tester in modo da poterlo regolare se superiore o inferiore rispetto al livello consigliato.

All’interno della piscina bisogna utilizzare il cloro per disinfettare l’acqua e prevenire la crescita delle alghe. Bisogna seguire le istruzioni del produttore per quantità e frequenza di utilizzo.

In alcune stagioni che la piscina non viene utilizzata (ad esempio in inverno), è buona cosa coprirla per proteggerla dalle foglie e dalla sporcizia.

Per quanto riguarda la sicurezza, è importante installare dispositivi come scalette, ringhiere, e coperture per evitare incidenti.

Quali permessi vanno chiesti una piscina interrata ?

Per la costruzione di una piscina interrata o parzialmente interrata bisogna richiedere alcuni permessi al comune di appartenenza, andiamo a vedere i necessari da presentare:

1. DIA

La DIA (Dichiarazione di Inizio Attività), è un’autorizzazione di costruzione da richiedere quando la vasca ha dimensioni minori del 20% dell’immobile.

2. SCIA

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), che spesso sostituisce la DIA, permette di iniziare da subito i lavori senza aspettare i 30 giorni ma il Comune può richiedere fino a 60 giorni per eventuali modifiche o per imporre la cessazione delle opere.

3. PERMESSO DI COSTRUIRE

Viene presentato quando la piscina non appartiene ad un immobile o che il volume è maggiore al 20% del valore dell’immobile.

4. CARTA DELLA QUALITA’

E’ un parere preventivo del Comune in merito alla realizzazione della piscina per accertarsi che questa non abbia un alto impatto ambientale, solo dopo aver constatato che questo non accada approva il permesso di costruzione.

5. AUTORIZZAZIONE EDILIZIA

Data la complessità della materia, questa viene accolta dall’ufficio tecnico del comune in modo da avere chiaro il procedimento burocratico da seguire.

6. CERTIFICAZIONE ANTISISMICA

E’ una certificazione molto richiesta in aggiunta alle altre per avere la massima sicurezza prima della costruzione.

7. AUTORIZZAZIONE ASL

E’ la relazione di controllo sull’acqua della piscina che descrive appunto il ciclo dell’acqua della piscina dal filtraggio alla disinfezione allo scarico che deve essere senza cloro.

Queste sono le caratteristiche fondamentali da considerare prima di costruire una piscina, per ulteriori informazioni e/o chiarimenti si prega di visitare il sito ufficiale del comune di Monreale (https://www.comune.monreale.pa.it/)

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.