Segnala a Zazoom - Blog Directory

Perché Eni ha cambiato nome?

In molti potrebbero aver già visto lo spot pubblicitario che annuncia il cambio di nome di Eni Gas e Luce in Plenitude. Se vuoi saperne di più, indagare sulle ragioni del cambio di passo e che cosa succede se eri già cliente Eni, continua a leggere questa breve guida che ti spiega tutto per filo e per segno. 

Eni Luce e Gas diventa Plenitude: le ragioni 

La storica società Eni ha cambiato nome ed è diventata Plenitude. La novità è di quelle epocali poiché è un decisivo cambio di rotta perché con Plenitude si intende dare un taglio netto con il passato e fornire la materia prima energia proveniente solo da fonti rinnovabili. In pratica, d’ora in avanti in primissimo piano c’è la sostenibilità ambientale che viene ricercata tramite la produzione di energia sfruttando unicamente fonti rinnovabili e pulite, abbondando quindi il carbone fossile. Infatti, Plenitude rappresenta il sistema per la decarbonizzazione di Eni. Con la nuova società, il gruppo Eni non fornisce solo energia pulita al 100% ma si impegna in un percorso di sostenibilità ambientale che è richiesto a gran voce da sempre più famiglie che hanno a cuore le tematiche ambientali. Lo scopo di Plenitude è anche quello di limitare l’impatto ambientale. Oggi quindi controlla le nuove offerte plenitude chetariffa per avere finalmente energia prodotta in modo sostenibile. 

A questo punto potresti domandarti come mai questo passaggio abbia richiesto un cambio nome e brand. I motivi sono tanti, a partire dalla comunicazione. Rispetto al precedente logo del cane a sei zampe con una fiammata, il logo di Plenitude è di colore verde, chiaro riferimento alla sostenibilità, senza le fiamme ma piuttosto un sole. Il significato è chiaramente quello di puntare alla transizione energetica che dovrebbe avvenire in modo piuttosto repentino con i primi obiettivi da perseguire già entro in 2030 e poi nel decennio successivo. 

Che cosa cambia per i clienti Eni Luce e Gas

Se eri un cliente Eni Luce e Gas, con il cambio di nome in Plenitude non cambia praticamente nulla. Il tuo contratto di fornitura non subisce alcun tipo di modifica e la tariffa continua a esser la stessa. In pratica, significa non ci sarà alcun cambio di prezzo o interruzione della fornitura. Non sarai nemmeno costretto a passare alla nuova compagnia. Ciononostante, nessuno ti vieta di passare alla nuova compagnia per avere la certezza che l’energia che consumi in casa provenga da fonti rinnovabili, riducendo in modo decisivo la tua impronta ambientale. 

Plenitude fornisce già energia a circa 10 milioni di clienti in tutta Europa con un totale di 1,1 GW di capacità provenienti dalle rinnovabili, ma la società punta di arrivare a 6 GW nei prossimi anni. L’obiettivo principale è quello di abbondare definitivamente il carbone fossile e arrivare alle emissioni zero. Inoltre, la società si occupa anche di mobilità sostenibile tramite l’acquisto di una società che si occupa di punti di ricarica per i veicoli elettrici su tutto il territorio europeo. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.