Segnala a Zazoom - Blog Directory

Russo minimizza: “La richiesta di MBC di avvicendamento in giunta un fatto normale, politico”

Macchiarella: "Mi dispiace contraddire Silvio Russo, Rosanna Giannetto incompatibile con MBC"

Potrebbe stupire che il segretario della sezione monrealese del Partito Democratico, Silvio Russo, replichi ad un mio articolo, pubblicato lo scorso martedì, su un’altra testata giornalistica. 

La cosa invece non dovrebbe sorprendere, dato che, appena resi noti i risultati elettorali delle scorse consultazioni regionali, ho ripetutamente chiesto a Russo una intervista, che mi è stata regolarmente negata.

Russo, il giorno della pubblicazione del mio articolo, si è fatto scattare una fotografia con l’assessore Rosanna Giannetto, come per smentire il contenuto della mia riflessione, nella quale ponevo l’accento sulla richiesta della testa dell’assessore (espressione chiaramente giornalistica) avanzata al sindaco, a beneficio di un altro nome indicato da MBC.

“Il gruppo politico MBC Monreale Bene Comune – si legge nella sua replica al mio articolo – che ha contribuito all’elezione del Sindaco Alberto Arcidiacono al pari di altri gruppi politici che hanno già fatto ruotare i propri rappresentanti in Giunta (Mosaico e la Nostra Terra) ha deciso, già nei mesi di giugno e luglio, di cambiare il proprio rappresentante nella compagine amministrativa con un’altra figura anch’essa valida, così come lo è stato l’assessore Rosanna Giannetto e senza per l’appunto, con tale richiesta, disprezzarne l’operato, ma facendo una mossa meramente politica, così come lo stesso ruolo degli assessori richiede”.

Una considerazione ben diversa da quanto MBC ha dichiarato ripetutamente, e che Russo non conosce o fa finta di non conoscere.

Ho chiamato in causa Francesco Macchiarella, portavoce di MBC, per spiegare quali siano state le ragioni a fondamento della richiesta di sostituzione della Giannetto.

“Mi dispiace contraddire Silvio Russo, del quale non condivido l’interpretazione legata a giochini politichesi della cui esistenza sono cosciente ma che non fanno parte della mia concezione di impegno per la cosa pubblica. Ripeteremo fino alla nausea, ma non servirà probabilmente, che l’appoggio a Intravaia rende Rosanna incompatibile, per quanto detto e scritto, col MBC anche se lei ha sostenuto una tesi di “appoggio civico” che fa ridere”.

Ancora, Macchiarella spiega che la Giannetto “Non ci ha mai messo al corrente di quanto stava facendo, non ha mai dato seguito alcuno ad iniziative proposte da MBC e che avrebbero dovuto esser veicolate da lei”.

Per Macchiarella condizione affinché MBC possa rimanere in maggioranza è che il sindaco Alberto Arcidiacono ritiri immediatamente le deleghe all’assessore Giannetto, “che non ci rappresenta più”.

Ed invece, minimizza Russo nella sua replica: “sicuramente fra qualche settimana o mese ci saranno altri gruppi politici che avranno la stessa esigenza e chiederanno l’avvicendamento del proprio rappresentante in seno alla maggioranza di governo della città. Un fatto normale, naturale in politica”.

Emerge un quadro politico imbarazzante per Russo, una matassa difficile da sbrogliare. Se da una parte è tirato dalla giacca da MBC, che tra i suoi componenti ha diversi tesserati al PD, dall’altra non vuole cedere alla loro richiesta per non trovarsi isolato in maggioranza.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.