Segnala a Zazoom - Blog Directory

MBC: “Siamo di centro sinistra, la Giannetto ha appoggiato Marco Intravaia, non ci rappresenta più”

MBC sfiducia la Giannetto e chiede ad Arcidiacono di sostituirla con un altro componente del movimento, "civico si, ma di centro sinistra"

MONREALE – L’appoggio dell’assessore Rosanna Giannetto al candidato di centro destra Marco Intravaia alle scorse elezioni regionali ha rappresentato solamente la goccia che avrebbe fatto traboccare il classico vaso.

Che i rapporti tra il movimento civico Monreale Bene Comune e la loro rappresentante in giunta fossero da tempo tesi, è cosa nota. Ma la corda oggi sembra essersi spezzata definitivamente, tanto che il movimento, “civico si ma di centro sinistra”, ha inviato al sindaco Alberto Arcidiacono una nota ufficiale con la quale chiede l’immediata sostituzione dell’assessore in quota MBC.

Già a luglio alcuni esponenti del movimento avevano comunicato al sindaco l’intento di procedere alla revoca del mandato all’assessore. Ma con la disponibilità di attendere fino a settembre (ma non oltre), per evitare in estate un vuoto assessoriale, così da non compromettere quelle attività in itinere necessarie ad un corretto avvio dell’anno scolastico.

Durante questo periodo l’assessore si era trovata isolata nel movimento, che le aveva quindi più volte reiterato l’invito a fare un passo indietro in giunta, per lasciare il posto ad un altro componente che godesse della necessaria fiducia. La Giannetto aveva però energicamente chiesto di conoscere quali motivazioni politiche (e non personali) potessero giustificare le sue dimissioni, perché, se ci fossero state, non avrebbe indugiato a fare il passo indietro. Piuttosto l’amministratore aveva sempre asserito di avere condotto in questi tre anni un lavoro egregio, che sarebbe stato meritevole della fiducia del movimento, e che certamente l’aveva nel sindaco.

Nella nota inviata al sindaco, MBC ha dichiarato che adesso non è più possibile temporeggiare, soprattutto alla luce dell’appoggio fornito dalla Giannetto al candidato di centro destra. Un fatto decisivo, che avrebbe certificato la distanza del loro ex rappresentante dall’identità e dalla collocazione politica di Monreale Bene Comune, un movimento civico ma con solide basi di centro sinistra. Un’incompatibilità insanabile.

Una patata bollente per il primo cittadino. Arcidiacono non ha mai palesato in questi anni alcun malcontento nei confronti del lavoro svolto dalla Giannetto, tanto da avere cercato di posticipare il momento di questa resa dei conti, da tempo nell’aria. Ma in più, il recente sostegno dato dall’assessore a Marco Intravaia (pur se a titolo personale e non come componente di MBC) ha stretto ulteriormente il rapporto tra la Giannetto e Arcidiacono.

Insomma, per il sindaco si tratterà di scegliere tra la Giannetto e il resto del movimento (che vede tra i suoi attivisti Tonino Russo, Francesco Macchiarella, Giovanni Aricò, Elena Milletarì, Fabio Zanetti, Giuseppe La Mantia, Mario Cinà, Alberto Daidone) che ha chiesto al sindaco di ricevere maggiore spazio per portare avanti iniziative, proposte, istanze e metterne a frutto le competenze.

Una matassa difficile da sbrogliare.

1 Commento
  1. giuseppe scrive

    ma perche il sindaco non era accanto ad intravaia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.