Segnala a Zazoom - Blog Directory

Mario Caputo e Marco Intravaia candidati all’ARS, ecco come si schierano consiglieri e assessori

Alcuni assessori non daranno l'appoggio ai candidati monrealesi, in consiglio molti incerti

Il 25 settembre si voterà anche per le regionali siciliane. La conferma della notizia, nell’aria da giorni, si è avuta ieri sera in seguito alla decisione del presidente Nello Musumeci di rassegnare le dimissioni. Quindi sarà election day. Si voterà lo stesso giorno per le politiche e per le regionali.

E anche a Monreale si entra subito nel vivo della campagna elettorale, che durerà appena 50 giorni, e che si preannuncia certamente difficile, nel pieno delle ferie estive.

Ancora le candidature non sono state ufficializzate, ma sembrano sempre più probabili quelle di Mario Caputo, deputato uscente di Forza Italia, e di Marco Intravaia, il presidente del consiglio comunale di Monreale, esponente di Diventerà Bellissima e segretario particolare del governatore, che presenterebbe la sua candidatura sotto le insegne di Fratelli d’Italia.

Per entrambi si tratterà di una partita certamente difficile. A Sala d’Ercole dalla prossima legislatura gli scranni saranno 60 e non più 90. 

Il risultato dei due candidati monrealesi dipenderà da quanto riusciranno a raccogliere nel vasto collegio elettorale costituito dagli 82 comuni della provincia di Palermo, ma certamente un contributo significativo verrà dai loro concittadini. Entrambi punteranno molto a convincere l’elettorato monrealese che in questi anni hanno cercato di fidelizzare con il loro impegno politico.

Ancora non del tutto definiti gli schieramenti all’interno del consiglio comunale e in giunta.

Marco Intravaia gode del pieno sostegno di un big sponsor, il sindaco Alberto Arcidiacono, molto amato dai cittadini (e quindi dagli elettori), e dell’assessore Geppino Pupella. Meno scontato l’appoggio da parte degli altri assessori.

Totò Grippi sosterrà il deputato Savona, Letizia Sardisco voterà per il deputato regionale di Forza Italia Edy Tamajo (“per stima personale e politica”), Sandro Russo cercherà voti certamente per un candidato di centro sinistra (che potrebbe trovare in casa?).

Luigi D’Eliseo non si sbottona ancora (“farò un ragionamento assieme alla mia area politica”), così come Paola Naimi e Rosanna Giannetto. Lavoreranno sicuramente per portare Intravaia a Sala d’Ercole i consiglieri comunali de “La  Nostra Terra” Giulio Mannino, Michele Tusa e Antonella Giuliano (quest’ultima in attesa di entrare in giunta), Pippo Lo Coco del Gruppo Misto e Santina Alduina di Diventerà Bellissima. Invece non si esprime ancora il capogruppo di DB, Flavio Pillitteri (“aspettiamo le candidature ufficiali”). Intravaia potrebbe godere invece del sostegno del capogruppo del Mosaico, Fabrizio Lo Verso, di Riccardo Oddo e di Giuseppe Di Verde. 

Incerta ancora la posizione di Giuseppe La Corte, impegnato a fare una serie di valutazionimpersonali.

Sull’altro fronte, quello schierato dalla parte di Mario Caputo, certi al suo fianco i consiglieri di Forza Italia, Mimmo Vittorino e Silvio Terzo.

Un importante ruolo lo svolgeranno quindi gli incerti, le cui decisioni potrebbero dipendere dalle chance di vittoria che riconoscono ai candidati.

Alla lista di Fratelli d’Italia, secondo alcuni sondaggi, potrebbero scattare tre seggi nel collegio di Palermo. Marco Intravaia si troverebbe a dovere competere con nomi di peso elettorale come Aricò, Milazzo (ma potrebbe scendere in campo al suo posto Ferrara), Francesco Scarpinato. Anche Forza Italia ambisce a tre seggi, e Caputo potrebbe trovarsi davanti nomi importanti come Micciché, Tamajo, Savona.

Inoltre, a rendere più difficile il loro percorso, potrebbe esserci, nelle prossime ore, la candidatura di altri esponenti della politica monrealese, chiamati per dare un contributo in prima persona, ad esempio, alla lista del PD.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.