Segnala a Zazoom - Blog Directory

Rifiuti, ricettazione e traffico: sequestrate due società a Trapani e Palermo

L’operazione è stata condotta dai carabinieri e guardia di finanza di Palermo. Sequestrati più di un milione di euro

I carabinieri e la guardia di finanza di Palermo hanno eseguito il sequestro di due aziende a Palermo e Carini che operano nel settore del recupero, riciclaggio e commercio all’ingrosso di rottami metallici accusate di ricettazione di materiali metallici di provenienza delittuosa e traffico illecito di rifiuti.

Il provvedimento del gip del Tribunale di Palermo su indagini coordinate dalla Dda prevede anche beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 1 milione e 100mila euro per equivalente nelle disponibilità finanziarie alle imprese coinvolte e ai loro amministratori e soci, e dei beni facenti parte del patrimonio aziendale.

Gli ulteriori accertamenti eseguiti sulla documentazione amministrativo-contabile permetteva di individuare prima facie la quantità di materiale ferroso oggetto del reato e, successivamente, di quantificare l’ingiusto profitto derivante dalle vendite in nero.

Le indagini condotte hanno portato al sequestro per equivalente, sino alla concorrenza di 1.095.863 euro, delle disponibilità finanziarie rinvenute in capo alle imprese coinvolte ed ai loro amministratori e soci, nonché delle due società e dei beni facenti parte del patrimonio aziendale.

Al fine di assicurare la continuità dell’attività imprenditoriale e salvaguardare i posti di lavoro, l’Autorità Giudiziaria ha affidato la gestione delle due società ad un amministratore giudiziario.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.