FI: “Monreale esclusa dai finanziamenti per costruire il rifugio per i randagi”

“Amministrazione e sindaco ombra rifiutano la collaborazione del deputato di Forza Italia Mario Caputo e perdono il finanziamento da 700 mila euro”

MONREALE – “Mentre ogni giorno assistiamo a segnalazioni di cani in abbandono che vagano per la città, animali rinchiusi in magazzini comunali privi di ogni rispetto normativo e definiti veri e propri lager e proprio oggi rappresentanti di associazioni che si battono per la salute degli animali sono stati processati davanti il giudice penale per avere manifestato contro la mancanza di strutture per animali in abbandono, il Comune di Monreale resta fuori dai finanziamenti erogati dal Ministero dell’Interno in favore dei Comuni in dissesto e pre dissesto per realizzare infrastrutture destinate a ospitare animali randagi o in abbandono.

Ancora una volta la nostra città resta vittima dell’arroganza dell’amministrazione comunale e del presidente del consiglio, vero Sindaco ombra dell’amministrazione Arcidiacono” 

I consiglieri comunali di Forza Italia, Mimmo Vittorino e Silvio Terzo, hanno chiesto al Sindaco di riferire in consiglio sui motivi che hanno determinato l’esclusione dal bando pubblicato dal Ministero dell’Interno. 

“Lo scorso 26 maggio – spiegano Vittorino e Terzo – il Deputato Regionale di Forza Italia Mario Caputo aveva segnalato all’Amministrazione la pubblicazione del bando da parte del Ministero dell’Interno che destinava 10 milioni di euro in favore dei Comuni in dissesto finanziario per realizzare rifugi per cani. Il successivo 28 giugno Mario Caputo, unitamente al gruppo consiliare di Forza Italia, depositava all’ufficio protocollo comunale il progetto, redatto gratuitamente da professionisti monrealesi, per realizzare una infrastruttura destinata agli animali. Il 26 maggio il presidente del Consiglio comunale rendeva noto che l’amministrazione stava lavorando per predisporre un progetto da inviare al Ministero dell’Interno. Mentre comuni come Marineo, Partinico, Godrano, Termini Imerese ed altri hanno ottenuto 700 mila euro e realizzeranno strutture adeguate per eliminare il fenomeno del randagismo, Monreale resta esclusa per l’arroganza politica dell’Amministrazione comunale di rifiutare ogni forma di collaborazione istituzionale con il Parlamentare Mario Caputo e con il Gruppo consiliare di Forza Italia, partito che sia in Sicilia che a Roma è in maggioranza con rappresentanti istituzionali autorevoli e prestigiosi. Non sappiamo – hanno evidenziato Terzo e Vittorino – se Monreale é stata esclusa per non avere presentato il progetto nei termini o perché lo stesso non era conforme alle previsioni del bando. Monreale non può continuare a pagare le conseguenze della presunzione di alcuni rappresentanti della Amministrazione o del vero Sindaco ombra che é il presidente del Consiglio. Chiederemo spiegazioni in consiglio comunale per la perdita di un importante finanziamento e con altrettanta forza chiederemo le dimissioni dei responsabili dell’ennesimo danno causato alla nostra città”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.