Palermo diventerà più verde, entro marzo 16mila nuove piante e alberi

Al lavoro 70 operai della Reset che entro il 31 dicembre pianteranno già 4mila nuove piante

PALERMO – Dopo la conclusione dell’iter della gara Europea per la fornitura di oltre sedicimila piante di varie specie, nei prossimi quattro mesi la Reset avvierà le attività di piantumazione in alcune aree cittadine e ville storiche della città che necessitano di una riqualificazione.

Tali attività avranno inizio lunedì prossimo, 29 novembre e saranno ultimate a marzo del 2022. Una prima parte dei lavori per il periodo 29 Novembre – 31. Dicembre 2021, riguarderà nove aree di intervento e quasi quattromila piante da mettere a dimore entro l’anno.

La Reset specifica che “da tale previsione, ovviamente sono da escludere alcune specie che, per permettere il corretto attecchimento, saranno piantumate nel periodo giugno 2022, come la palma californiana, (Whashingtonia filifera), condizioni meteo permettendo”.

La Reset ha già avviato tutta una serie di attività di pulizia e manutenzione del verde nelle zone interessate, azioni propedeutiche e necessarie per effettuare le relative piantumazioni. “Finalmente – precisano Il Vice Sindaco e l’Assessore Marino – si avvia quel piano di riqualificazione di alcune aree cittadine abbandonate da anni e che necessitano di una riqualificazione anche in termini di decoro, nonché la riqualificazione di alcune Ville Storiche della Città”.

A tal proposito i lavori di piantumazione partiranno proprio da Villa Niscemi e Villa Trabia. La prossima settimana verrà stilato un ulteriore cronoprogramma dei lavori per le ulteriori attività di piantumazione, potatura e manutenzione delle aree degradate e dei giardini delle altre Ville Storiche della città. Azione necessaria anche alla luce delle eventuali condizioni meteo avverse che potrebbero incidere sulle attività di già programmate.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.