Monreale, arrivano le telecamere di videosorveglianza nel centro storico

Macchine in doppia fila, a ridosso della Cattedrale, all’interno delle piazze, dove anche i ciclomotori scorrazzano indisturbati, potrebbero divenire un lontano e brutto ricordo

Sarà la Ditta “Mineo Prodigi s.r.l.” di Palermo a fornire ed installare per il comune di Monreale un sistema di videosorveglianza che verrà collocato in prossimità delle strade di accesso alle piazze Vittorio Emanuele e Guglielmo II. Scopo del sistema è quello di monitorare gli ingressi alle due piazze e di registrare le targhe delle automobili e dei ciclomotori che vi accedono. L’impianto di videosorveglianza è finalizzato a controllare il rispetto dei divieti d’ingresso alle aree del centro storico soggette alla ZTL. Quelle aree che la sera, soprattutto durante il fine settimana, si trasformano in parcheggi selvaggi, complice l’assenza di qualsiasi forma di controllo da parte delle autorità competenti.

Macchine in doppia fila, a ridosso del duomo, all’interno delle piazze, dove anche i ciclomotori scorrazzano indisturbati, potrebbero divenire un lontano e brutto ricordo. Speriamo.

Ma le zone che dovrebbero essere controllate sono tante altre. In particolare modo tutta l’area della movida, ormai concentrata in via Benedetto D’Acquisto, o in via Arcivescovado, dietro le absidi, alla Ciambra, sedi dei maggiori locali notturni. Ma anche via Palermo, dove più volte, come già riportato, i cittadini si lamentano delle corse condotte da ragazzi sui propri ciclomotori (con o senza casco). 

Un’ultima segnalazione (o forse sarebbe meglio dire l’ennesima) arriva dai residenti di via Antonio Veneziano (al “Pozzillo”), che denunciano la presenza di ragazzi che, soprattutto la sera, corrono a bordo dei ciclomotori per la stretta via in entrambi i sensi, quando la strada è invece percorribile a senso unico.

Per l’impianto di videosorveglianza che verrà installato in prossimità delle due piazze il comune ha impegnato una somma di poco inferiore ai 9.000 €. L’auspicio è che questa soluzione venga adottata per controllare anche altre zone del vasto territorio comunale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.