Segnala a Zazoom - Blog Directory

SS. 186, la strada della vergogna, consegnata a Monreale la telecamera Fototrappola

Controllo rifiuti dal bivio di Giacalone al Comune di Borgetto per stanare i furbetti del sacchetto

Avevamo già parlato delle condizioni in cui versa il tratto della SS 186 che collega Pioppo a Partinico e la strada provinciale Partinico – Borgetto. Entrambi gli snodi viari sono diventati, in passato, grandi discariche a cielo aperto. Il deputato di Forza Italia Mario Caputo nell’agosto del 2020 aveva sollecitato l’intervento dell’ANAS, nella figura del dirigente, il dott. Mele. La strada era stata bonificata dall’ANAS, che aveva preannunciato l’installazione di telecamere civetta per scongiurare la situazione. A febbraio erano state consegnate le prime fototrappole al comune di Borgetto, il comune che più di altri ha sofferto questo fenomeno, in quanto snodo di passaggio tra Partinico e Monreale. 

Lungo il tratto della SS 186 la situazione negli ultimi mesi è andata migliorando. Le fototrappole (2 telecamere modello TRAILTEK PRO T900), hanno fatto certamente da deterrente.

Queste telecamere si attivano per un qualsiasi movimento di persone o animali in una certa zona. All’alba l’unità comincia a scattare foto e video a colori fino a quando vi è abbastanza luce, la notte si attivano gli infrarossi e la camera cattura immagini e video monocromatici in completa invisibilità grazie allo scudo nero frontale.

Ieri una telecamera è stata consegnata anche al comune di Monreale. Sarà la Polizia Municipale a gestirla. Il tratto che interessa il comune normanno è quello che collega il bivio di Giacalone all’uscita di Pioppo al Comune di Borgetto. 2 km di strada in cui, al momento, non si effettua raccolta rifiuti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.