SS. 186, la strada della vergogna, disseminata di rifiuti: adesso videocamere e la bonifica

Caputo: "Un pericolo per l’igiene pubblica che colpisce un asse viario molto frequentato"

È la strada della vergogna. Il tratto della SS 186 che collega Pioppo a Partinico, in molti tratti è da mesi costeggiato dai rifiuti. E i tanti cittadini monrealesi che lo percorrono giornalmente per recarsi alle spiagge di Trappeto, Ciammarita o Balestrate, non possono che confrontarsi con uno scenario orribile. Discariche a cielo aperto fanno da contorno alle colline all’altezza di Sagana. Stessa situazione sulla strada provinciale Partinico – Borgetto, attualmente invasa da una grande mole di rifiuti urbani ed ingombranti.

Entro questa settimana queste importante arterie potrebbero essere soggetto ad un intervento di bonifica, predisposto dall’ANAS, in coordinamento con il Comune di Borgetto.

A darne notizia l’on. Mario Caputo (FI), che ha chiesto al Direttore di Anas, Ing. Mele, un intervento urgente.

“Questa situazione determina un pericolo per l’igiene pubblica – afferma Caputo – che colpisce un asse viario molto frequentato, specie nel periodo estivo, dove si registra un aumento del flusso dei transiti provenienti dai Comuni limitrofi.

L’on. Mario Caputo (FI)

Si tratta infatti di uno snodo importante per il collegamento alle località balneari e di villeggiatura di una vasta aria del comprensorio. Ringrazio il direttore Mele per avere accolto con immediatezza la mia richiesta di intervento, atteso che il Comune di Borgetto da solo non può certamente coprire tutta l’area in quanto i rifiuti hanno invaso l’intero asse viario. Si reputa pertanto opportuno l’intervento congiunto tra Anas e Comune di Borgetto. È chiaro che anche i cittadini devono contribuire al rispetto dell’ambiente e della salute pubblica con maggiore senso civico ed evitare di gettare rifiuti in area non destinate alla raccolta”.

E per stanare i furbetti dei rifiuti nei prossimi giorni verranno installate telecamere civetta.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.