Il fatto non sussiste, anche per Salvino Caputo decadono 21 capi di imputazione

Salvino e Mario Caputo erano stati sottoposti per 16 giorni agli arresti domiciliari. Ma per il GIP il fatto non sussiste

0

TERMINI IMERESE -Il fatto non sussiste. Anche Salvino Caputo, come il fratello Mario (vedi articolo), è stato prosciolto dalle accuse di attentato contro i diritti politici del cittadino, di corruzione elettorale, di voto di scambio. Erano 22 i capi di imputazione che lo vedevano indagato presso il Tribunale di Termini Imerese. Tutte le ipotesi di reato di truffa elettorale sono cadute. Con la formula del “Fatto non sussiste” il GIP, la dott.ssa Valeria Gioeli del Tribunale di Termini Imerese, ha prosciolto anche Salvino Caputo.

I due fratelli monrealesi, nel 2018, erano già finiti agli arresti domiciliari in seguito all’accusa di avere attentato ai diritti politici dei cittadini.

In pratica secondo l’accusa, in occasione delle elezioni regionali del 2017, avrebbero ingannato gli elettori presentando Mario Caputo (candidato all’interno della lista “Noi con Salvini”) con la postilla «detto Salvino», facendo credere che il candidato non fosse Mario, bensì Salvino, più noto in quanto ex sindaco di Monreale ed ex parlamentare regionale.

Successivamente, il 20 aprile 2018, dopo 16 giorni di privazione della libertà personale, il Tribunale del Riesame aveva revocato la misura degli arresti domiciliari.

Il fatto non sussiste, l’on. Mario Caputo prosciolto dall’accusa di truffa elettorale

Salvino Caputo è stato prosciolto da 21 dei 22 capi di imputazione. Dovrà rispondere solamente per il reato di turbativa d’asta, relativa ad una fornitura di acqua al comune di Termini Imerese.

Era difeso dagli avvocati Francesca Fucaloro e Raffaele Bonsignore.

“Ringrazio la famiglia, gli amici, che mi sono stati vicini in un episodio molto brutto della mia vita personale – ha dichiarato ai nostri microfoni -. Ma un particolare ringraziamento va anche ai miei, che oltre ad avere dimostrato di essere validi professionisti, si sono comportati come veri amici”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.