Piana: Java e Madhe – La Settimana Santa Arbëreshe

Momento molto importante in cui si manifesta l'identità collettiva religiosa degli arbëreshë di Piana degli Albanesi

0

PIANA DEGLI ALBANESI – Nel novero delle ricorrenze principali degli arbëreshë di Piana vi è la Settimana Santa, ovvero Java e Madhe preannunciata nei giorni antecedenti dal canto itinerante della resurrezione di Lazzaro, eseguito anche di casa in casa. 

In seno alla Settimana Santa molto particolare è il rito del Giovedì Santo che si compie nella Cattedrale di San Demetrio, in cui il Vescovo, dopo essersi tolto i ricchissimi paramenti, esegue in tutta umiltà la lavanda dei piedi a dodici papades dell’Eparchia di Piana degli Albanesi.

Il Venerdì Santo, invece, si svolge la processione del Cristo Morto, seguito dalla statua della Madonna in lutto. Molto suggestivi sono i canti della passione e morte di Cristo, detti Vajtimet, i lamenti.

Il Sabato Santo è il momento del Christós Anésti: a mezzanotte clero e fedeli si posizionano davanti al portone della Cattedrale San Demetrio, dove il Celebrante chiede al papas che si trova all’interno della chiesa di aprirgli, intimando alle potenze del male di non ostacolare il suo passaggio. Una volta che le porte della chiesa si spalancano si intona, appunto, il Christós Anésti (Cristo è risorto) in greco e in albanese (Krishti u ngjall), e il Celebrante, assieme al corteo di fedeli, fa ingresso nella chiesa illuminata a gran festa. 

La Domenica di Pasqua è il giorno più importante: tutto ha inizio con la messa celebrata dal Vescovo in Cattedrale con la presenza di tutti i papades. Al termine della funzione il corteo delle donne arbëreshe vestite con gli abiti tradizionali della festa parte dalla chiesa di San Nicola per arrivare in piazza Vittorio Emanuele: qui verrà sorteggiato, tra le donne che vestono l’abito tradizionale, il brezi, ossia una cintura in argento formata da placche unite al centro da una borchia cesellata a mano, raffigurante i santi protettori di Piana degli Albanesi, San Giorgio e San Demetrio o la Vergine Maria.  

Purtroppo quest’anno a causa dell’emergenza covid si è deciso di non procedere né con il rito della lavanda dei piedi, né con la sfilata delle donne in abito tradizionale. Momenti molto importanti in cui si manifesta l’identità collettiva religiosa degli arbëreshë di Piana degli Albanesi.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.