Monreale ospita per qualche ora Mick Jagger, icona Rock di tutti i tempi

Tra i mosaici d'oro e il Cristo Pantocratore pare che l'icona del rock sia rimasta attratta dall'imponente organo

0

Mick Jagger non ha certo bisogno di presentazioni.
È davvero un’icona vivente (tra le ultime rimaste), l’espressione più autentica del Rock, anzi la storia stessa del Rock.
Un fuoriclasse della musica che rimarrá tale per sempre, finché (parafrasando il nostrano Gianni Morandi) ci saranno ancora “ragazzi che come me ameranno i Beatles e i Rolling Stones”.
Insomma possiamo affermare, operando un paragone forse improprio, che Mick Jagger sta alla musica come un prezioso passito di Pantelleria sta ad un’ottima cassata siciliana.
Ed è proprio la Sicilia “la terra promessa” della nostra ineguagliata icona.
Jagger è infatti approdato nella nostra terra a Ottobre, dopo una vacanza in Toscana, e pare che nell’isola dell’arte, del mare e del sole, voglia mettere radici.
Ieri è giunto “da turista” a Palermo dove, ospite del Presidente Musumeci, ha visitato, rimanendone estasiato, il Palazzo Reale e la Cappella Palatina. Vestito di nero con la mascherina bianca, il fisico ancora giovanile, scortato dai suoi bodyguard di fiducia, ha poi percorso un lungo tratto di Corso Vittorio fino a Piazza Marina.
Oggi la tappa a Monreale, il paese della Cattedrale “più bella del mondo”.
Un altro tassello fondamentale del nostro immenso patrimonio artistico che il leader dei Rolling Stones ha potuto gustarsi attraverso l’abile guida di padre Gaglio.
Tra i mosaici d’oro e il Cristo Pantocratore pare sia rimasto attratto dall’imponente organo.
Chissà se qualcuno nei pressi del Simbolo Supremo di Monreale avrà notato scendere dall’auto e riconosciuto quel signore in abiti sportivi, col passo ancora agile di chi ha saputo intrattenere, cantando e ballando da un palco, milioni di giovani in tutto il mondo?
Chissà se il Mick mondiale avrà pensato al termine della sua visita monrealese “I got satisfaction” invece del celeberrimo “I can get no satisfation”?

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.