Corleone, scandalo vaccini, Razza: “Il direttore sanitario dell’ospedale sarà sospeso”

Razza: “Nessuno può decidere di violare il calendario vaccinale, al sindaco di Corleone la dose non spettava”

0

CORLEONE – Il direttore sanitario dell’Ospedale di Corleone sarà sospeso. È l’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza, a darne notizia. Nè il sindaco Nicolosi né altre persone cui è stata inoculata la dose del vaccino Pfizer ne avevano diritto.

“Dalla prima ricostruzione dei fatti di Corleone è emerso che il direttore sanitario dell’Ospedale, in violazione della circolare emanata, ha proceduto alle dosi di richiamo a quanti, tra cui il primo cittadino, non avevano diritto neppure alla prima – dichiara Razza -. È stato così violato un provvedimento regionale che è stato consolidato da una pronuncia del Tar. Per questa ragione ho dato mandato al direttore generale dell’Asp di Palermo di procedere alla sospensione del dirigente e di avviare i procedimenti disciplinari conseguenti”. 

“Non mi consola che esempi analoghi si stiano delineando in tutto il territorio nazionale. Lo sforzo di migliaia di medici, volontari e cittadini non può essere vanificato da posizioni personali e, soprattutto, da operatori che non tengono in alcuna considerazione le decisioni assunte. La Regione non può decidere di violare il calendario vaccinale e non può farlo nessuno”.

LEGGI ANCHE: 

Corleone, scandalo vaccini, Alaimo (M5S): “Il sindaco si dimetta”

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.