Piana degli Albanesi, il sindaco Petta: “A rischio circa 40 posti di lavoro”

La RSA potrebbe essere destinata all’ospitalità dei soli “pazienti Covid”

0

PIANA DEGLI ALBANESI – “A rischio circa 40 posti di lavoro”. L’allarme è stato lanciato dall’amministrazione comunale di Piana degli Albanesi. E il rischio sarebbe concreto. L’ipotesi, ventilata all’ASP 6 di Palermo, è di destinare la RSA del comune palermitano all’ospitalità dei soli “pazienti Covid”.

“La residenza sanitaria assistita – ha dichiarato il sindaco Rosario Petta – è la prima struttura di tutta la provincia destinata in gran parte ai malati di Alzheimer. È una struttura che si pone, strategicamente, in posizione intermedia tra ospedale e territorio. Garantisce i servizi a centinaia di pazienti provenienti da tutto il distretto territoriale”.

Il primo cittadino ha lanciato l’allarme, vista la possibilità che venga interrotto un servizio essenziale per Piana, punto di riferimento per tutti i comuni del circondario. “Tutto questo senza alcun opportuno preavviso e senza le debite interlocuzioni dell’ente preposto con l’Amministrazione Comunale e i soggetti interessati”.

Oltre al disservizio per la comunità, che si priverebbe di un servizio d’eccellenza, verrebbe compromesso “il futuro lavorativo di circa 40 famiglie – spiega il sindaco – senza che gli sia garantito il minimo diritto al preavviso e la possibilità di potere gestire un’eventuale mutamento della propria situazione lavorativa in maniera dignitosa e con le giuste tempistiche”.

L’amministrazione comunale ha quindi avviato interlocuzioni con il Direttore Generale dell’Asp 6 di Palermo Dott. Daniela Faraoni. “Abbiamo trasmesso ufficialmente le nostre rimostranze e le richieste che rappresentano quelle dei lavoratori e soprattutto della nostra Comunità”.

“Il diritto al lavoro è sacrosanto, l’eccellenza di un servizio fornito con costanza e dedizione non è da sottovalutare, bensì da avvalorare”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.