Segnala a Zazoom - Blog Directory

Rifiuti, precari, emergenza idrica, Petta: “I nostri risultati nonostante l’emergenza Covid”

Nel 2020 superato il 70% di raccolta differenziata, Piana degli Albanesi tra i comuni virtuosi

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio Direttore Filodiretto Dott. Luigi Gullo,

in riferimento all’articolo pubblicato nella sua testata in data 18/01/2021 dal titolo: “Flet: L’emergenza covid non sia una scusa ….…….”, vengono proposte dodici domande al Sindaco di Piana degli Albanesi.

Per opportuno chiarimento ed a completamento della vera e reale informazione si allega il presente comunicato. La Ringrazio per la possibilità e l’opportunità concessami. 

Può un gruppo politico nascente e composto da nostri giovani concittadini dimostrare così tanta distanza dal territorio e ignoranza politica? 

Può un gruppo rappresentato da due ex consiglieri comunali esporre idee e porsi dubbi totalmente privi di  fondamento?

Abbiamo letto con molto interesse e buoni auspici quanto scritto dal gruppo Flet e, considerato che ognuno di noi ha a cuore la giusta informazione per tutti i nostri concittadini non possiamo esimerci dall’esprimerci con puntualità e dati reali su quanto il gruppo Flet si è interrogato.

È reale e doverosa la priorità che attualmente assume la problematica covid e in questa gestione dell’emergenza possiamo asserire che la nostra Amministrazione si è impegnata al massimo per essere al fianco dei cittadini.

Gestire azioni e iniziative volte alla prevenzione e alla circoscrizione del contesto epidemiologico e, contestualmente, coordinare ogni aspetto legato al covid-19 sono certamente attività amministrative mai poste in essere prima del marzo 2020, la straordinarietà e la specificità della programmazione in tal senso ce la siamo dovuta costruire giorno per giorno anche con la costituzione della apposita Task-Force dei Medici e delle Forze di Polizia unicamente al fine di garantire il diritto alla salute di tutti i nostri concittadini.

Posto ciò, non possiamo non notare quanto riportato dalla stampa in relazione ad uno sfogo, comprensibilmente inappropriato e decontestualizzato dei nostri giovani concittadini che appartengono al gruppo politico Flet, due dei quali componevano a suo tempo il consiglio comunale di Piana degli Albanesi ricoprendo anche la carica di VicePresidente del Consiglio Comunale, proprio per questo ciò che sortisce dalle loro parole dimostra quanto nè adesso, nè durante il loro mandato consiliare, il gruppo o chi lo rappresenta abbiano mai avuto minima contezza della nostra comunità, delle esigenze e delle richieste, delle reali e concrete risposte ad essi dedicate e di cosa significhi vivere Piana degli Albanesi e lavorare unicamente per essa.

Si rammenta che la caduta del Consiglio Comunale è stata decretata per la non approvazione del Rendiconto 2018 con voto sfavorevole anche del Vicepresidente del consiglio comunale dimostrando al pari dell’ex Presidente del Consiglio Comunale l’inadeguatezza a ricoprire così importanti incarichi senza l’assunzione di responsabilità.

In ordine alle critiche all’attuale Commissario del Consiglio Comunale Dott. Fulvio Manno cui a loro veduta non stanno a cuore le sorti del nostro territorio, vi è da chiarire che i ragazzi di Flet sconoscono la preparazione e caratura del Dott. Manno già commissario in diversi importanti comuni dell’Isola tra cui Corleone dove ha fatto intitolare la piazza centrale ai Giudici Falcone e Borsellino, persona che dal suo insediamento si è assunto oneri e impegno amministrativo nella conduzione del consesso Consigliare e nelle deliberazioni con competenza e grande responsabilità.    

Il gruppo Flet pretende, così testualmente viene scritto nell’articolo, che la nostra amministrazione dia la dovuta attenzione a tutte le problematiche emerse in questi anni! ecco, solo a titolo esemplificativo, il gruppo Flet ignora quanto la nostra amministrazione non debba dare la dovuta attenzione alle problematiche, la nostra amministrazione da ben tre anni e mezzo lavora concretamente alle soluzioni e i fatti dimostrano quante ne siano state create per la nostra comunità.

Parlano di servizi per le fasce più deboli, pura demagogia e scarsa fantasia il gruppo Flet! le politiche sociali e i servizi dedicati all’infanzia, ai disabili, al target di utenza con difficoltà specifiche sono ad oggi gestiti e portati avanti con competenza e concretezza. Parliamo di un ufficio che dà servizi e supporto quotidianamente e che per tutta la cittadinanza è un punto di riferimento. 

Si parla anche, incoscientemente, di servizio di raccolta differenziata, un servizio che, obiettivamente e senza nessun dubbio alcuno, viene gestito dalla nostra Amministrazione e dai nostri uffici con zelo e dettagliata competenza! E questa non è mera filosofia, parlano i dati, che quest’anno più che gli altri anni ci portano ad essere uno dei comuni virtuosi in tal senso con il raggiungimento nell’anno 2020 della percentuale del 70%, record mai raggiunto prima nel nostro comune;

In merito alla stabilizzazione dei dipendenti precari, anche qui, può un gruppo di speranzosi giovani in politica e soprattutto possono due ex consiglieri che tanto rimpiangono la democrazia di un consiglio comunale, mai stato tale, possono non sapere cosa ha fatto e sta facendo l’Amministrazione Comunale di Piana degli Albanesi in merito? Basterebbe semplicemente che accedessero all’albo pretorio del comune e potrebbero facilmente dare una lettura veloce alla delibera approvata per la stabilizzazione dei precari del nostro comune, con l’avallo dei sindacati e, soprattutto, con grande soddisfazione da parte nostra per quanto significhi essere stabilizzati per i nostri lavoratori da sempre lasciati inascoltati.

Capiamo però che la visione politica del gruppo Flet implica lungimiranza, capacità di pensare a soluzioni di oggi per non trovarsi in difficoltà domani, così scrivono testualmente nel loro articolo, bene, qualcosa abbiamo trasmesso a questi giovani, da tre anni a questa parte. 

Qualcosa allora abbiamo insegnato ai ragazzi del gruppo Flet a guardare oltre, così come noi facciamo ormai da tre anni e mezzo, noi guardiamo oltre, miriamo l’obiettivo, ragioniamo e riflettiamo per addivenire a soluzioni consone per il nostro comune e per la nostra cittadinanza. Come si fa per la propria famiglia, siamo vicini e da supporto ad ogni cittadino che si trovi in difficoltà e a tutta la comunità che gode dei risultati ottenuti. Abbiamo voluto amministrare, grazie alla fiducia dei cittadini, un comune che sapevamo fosse caduto in un pantano dov’era difficile districarsi e trovare respiro. Abbiamo lavorato in quel pantano per molto tempo e gradualmente, con cognizione e programmata azione procediamo con costanza verso un equilibrio fondamentale.

Confidiamo nella chiarezza di questa estrema sintesi di quanto concrete e visibili siano le nostre azioni amministrative e programmatiche.

Auspichiamo anche che un gruppo come quello di Flet possa avere lungimiranza e obiettivi a lungo termine con la dovuta riflessione e la necessaria conoscenza del territorio e delle esigenze ad esso legate. Solo allora potrà dirsi gruppo politico, con rispetto delle istituzioni e del lavoro messo in atto. Nella lettera il gruppo Flet attesta che “NULLA” è stato fatto in questi anni, di seguito le succinte risposte alle 12 domande. Chi legge potrà farsi l’idea vera e reale tra enunciare il NULLA e leggere le iniziative concrete e gli obbiettivi raggiunti.

DOMANDE  FLET                                               RISPOSTE   AMMINISTRAZIONE

  1. Che cosa è stato fatto per risolvere il problema dell’emergenza idrica che si verifica ogni anno, soprattutto nel periodo estivo?
Per opportuna informazione si chiarisce che il servizio idrico nel nostro comune è gestito dall’AMAP, nello specifico sono state messe in atto le seguenti azioni:

  • Redazione a seguito di nostra specifica richiesta del progetto preliminare di valutazione tecnico economica per consentire l’utilizzo dell’acqua del lago; 
  • Progettazione degli interventi per la realizzazione di diversi kilometri di nuova rete idrica nella condotta Valle Fico – Piana;
  • Realizzati interventi di rinnovo della rete idrica interna con oltre 100 esecuzioni di lavori già realizzati ed altri in fase di esecuzione;
  • Realizzazione di un pozzo gemello località Mastro Michele, sono in corso le verifiche di portata. 
  1. Che cosa è stato fatto per migliorare la qualità del servizio di raccolta differenziata i cui dati mostrano un netto peggioramento che preclude all’ente la possibilità di attingere a premialità?
Il servizio di raccolta differenziata ha evidenziato questo trend:

2017: 61,08 %

2018: 60,32 %

2019: 61,54 %

2020: oltre il 70% record di percentuale mai raggiunto prima nel nostro comune, con il raggiungimento della premialità per gli enti virtuosi;

  1. Che cosa è stato fatto per prevenire ed eliminare il fenomeno dell’abbandono rifiuti?
Controllo del territorio in collaborazione con le forze dell’ordine; pulizia di varie piazzole di accumulo rifiuti sulla strada Piana-San Giuseppe Jato e Piana-Lago, in sinergia con il comune di Monreale; 

Finanziato dalla Regione Siciliana l’intervento per la rimozione dell’amianto.

  1. Come si è pensato di supportate e tutelare le fasce socialmente più deboli della nostra comunità?
Dotazione della figura dell’Assistente sociale mancante nel nostro comune da diversi anni;

Inserimento delle figure OSA nelle scuole per gli studenti disabili, servizio garantito per la prima volta per le scuole di Piana;

Organizzazione attività estive per minori;

Garantito il servizio di assistenza autonomia e comunicazione;

Affidato l’incarico per la gestione del “Centro infanzia Piana degli Albanesi” con avvio attività nel 2021;

Sono stati redatti ed approvati i PUC (Progetti di utilità collettiva) per consentire ai soggetti percettori di Reddito di Cittadinanza di svolgere attività utili alla comunità;

Assistenza delle fasce deboli, soprattutto durante l’emergenza Covid-19 sia in termini di supporto economico (buoni spesa – agenzia sociale per la casa – progetti individuali) sia in termini di supporto socio educativo.

  1. Cosa è stato fatto circa il ripristino e l’adeguamento delle strutture comunali che necessitano di  interventi di riqualificazione (Palazzetto dello sport – Museo Civico Nicola Barbato Biblioteca comunale    Auditorium ecc..)?
Palazzetto dello sport: Realizzazione della strada di accesso con rifacimento manto stradale ed opere di regimentazione delle acque;

Museo Civico e Piazza V.E.: Redazione del progetto per la sistemazione della Piazza e per la manutenzione edilizia dei cortili interni del museo finanziato con Bando GAL per € 100.000,00 circa con inizio lavori anno 2021;

Palazzo Manzone: in collaborazione con la proloco Piana, redazione del progetto di recupero di locali destinati alla proloco Piana, interventi finanziati con Bando GAL per € 60.000,00 circa con inizio lavori anno 2021;

Museo Civico e Palazzo Manzone: Redazione di progetto per manutenzione e definizione dei locali con la partecipazione a Bando MIBACT in fase di valutazione al ministero;

Auditorium: Redazione di progetto per sistemazione auditorium finanziato dopo partecipazione a bando regionale per € 231.000, 00 con inizio lavori anno 2021;

Biblioteca Comunale – Sede Comunale – Piscina Comunale: Redazione di progetti per efficientamento energetico e manutenzione edilizia, con partecipazione a Bando regionale, i progetti proposti per oltre € 2.500.000,00 hanno superato la selezione e sono in graduatoria con ottime possibilità di finanziamento;

  1. Cosa è stato fatto in merito alla regolarizzazione dei dipendenti precari?
Approvazione del Rendiconto di gestione 2019 dove sono stati rispettati dopo diversi anni i parametri che consentono la possibilità di procedere alla revisione del fabbisogno del personale e alla stabilizzazione a tempo indeterminato per n. 47 dipendenti. La delibera è stata esitata con il parere favorevole unanime dei Sindacati a fine dicembre 2020. 
  1. Cosa è stato fatto per favorire l’adeguamento alle modalità di smart-working per i dipendenti comunali (laddove possibile)?
L’Amministrazione ha adottato azioni e direttive in conformità con DPCM e ordinanze regionali, mirate alla salvaguardia dei dipendenti e degli utenti, sia dal punto di vista formale, sia dal punto di vista pratico con periodiche sanificazioni, distribuzione quotidiana delle mascherine e del gel disinfettante per tutti i nostri dipendenti e con l’installazione dei plexyglass all’uopo creati per ogni ufficio.
  1. Cosa è stato fatto ai fini della tutela del patrimonio paesaggistico ed ambientale (Spiaggetta – Ex-Area WWF- Serre della Pizzuta ecc…)?
Redazione di progetto per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale per la fruizione dell’area SIC Lago Piana degli Albanesi, con partecipazione a Bando regionale, il progetto per €. 1.272.311,00 ha superato la selezione con ottime possibilità di finanziamento;
  1. Che cosa si sta facendo e cosa si intende fare per ridurre al minimo il rischio incendi al quale il nostro territorio risulta particolarmente sensibile?
È stata costituita a seguito di apposite delibere la Protezione Civile Comunale, organo essenziale nella azione di monitoraggio e supporto agli organi competenti per la prevenzione e gestione degli incendi. 

L’Azione diretta e costante dell’Amministrazione comunale è stata di supporto alla Protezione civile regionale per la richiesta di calamità naturale in riferimento agli incendi di agosto 2020. 

  1. Quale soluzione è stata individuata per fare fronte al problema del randagismo?
Dall’insediamento dell’Amministrazione giugno 2017, ha avuto inizio con l’ASP 6 Dip. Prevenzione Veterinario, l’attività di identificazione, sterilizzazione e vaccinazione dei randagi presenti sul territorio comunale grazie alla forte collaborazione di volontari locali. Sempre con i volontari si è proceduto all’adozione di molti amici a quattro zampe.
  1. Cosa è stato fatto per rendere la macchina amministrativa produttiva al fine di risanare la situazione economica dell’Ente?
Il primo punto del programma elettorale della nostra Amministrazione è la REVISIONE DEL BILANCIO.

Ebbene a soli tre anni di amministrazione, è stato conseguito il traguardo riguardo la situazione economico-patrimoniale e sociale del comune di Piana degli Albanesi, dopo 10 anni è stato approvato il 14 agosto 2020, nel rispetto della normativa il bilancio di previsione 2020/2022.

Ad oggi la nostra Amministrazione, è nelle condizioni di dare contezza ai nostri concittadini circa la reale situazione economico finanziaria dell’ente.

È fondamentale evidenziare che quanto fatto dall’Amministrazione Comunale rappresenta un traguardo ed una linea di demarcazione per un ente comunale che per circa 10 anni non è stato dotato, nei termini di legge, dello strumento di programmazione che consente di poter programmare le linee di spesa stanziate in bilancio. 

Questo traguardo ha segnato l’inizio di una nuova fase della politica di Piana degli Albanesi per misurarsi con le diverse esigenze del territorio, sociali ed economiche, ma soprattutto poter gestire nell’immediato le scelte di mandato che non sono state normalmente espletate in assenza di bilancio.

  1. A quali bandi pubblici ha partecipato il nostro Comune e quali fondi sono stati intercettati per l’attuazione di progetti volti a migliorare il nostro contesto territoriale?
Sono tante le partecipazioni a bandi nazionali e regionali nei vari ambiti amministrativi, oltre ai succitati bandi meritano di essere menzionati:

  • Progetto Informatizzazione ente finanziato per € 40.000,00;
  • Progetti ambiti sociali con rimodulazione fondi bloccati dal 2015 per € 300.000,00;  
  • Predisposizione progetto per fondi Educare in Comune in scadenza inizio Marzo 2021;
  • Centro Aggregativo Disabili per € 130.000,00
  • Progetti per messa in sicurezza e sistemazione viaria con tre finanziamenti per               € 210.000,00;
  • Bando per il Finanziamento della Progettazione e messa in sicurezza del territorio finanziato per € 75.000,00;
  • Partecipazione al Bando per il Finanziamento della Progettazione e messa in sicurezza del territorio per n. 3 progetti per € 470.000,00 circa;
  • Partecipazione al bando per Cantieri di Lavoro per disoccupati finanziati n. 2 cantieri per oltre € 70.000,00 a cantiere e per oltre 35 lavoratori e tecnici impegnati; 
  • Partecipazione al bando per Cantieri di servizio per disoccupati finanziato per oltre 15 lavoratori;
  • Partecipazione al bando per n. 11 progetti di messa in sicurezza del territorio per oltre € 800.000,00 finanziati;
  • Partecipazione a bandi per la progettazione di messa in sicurezza e miglioramento sismico delle scuole finanziati per n. 4 interventi per € 186.000,00 circa;  
  • Partecipazione a bandi con progetto per la messa in sicurezza e miglioramento sismico delle scuole finanziati per n. 2 interventi per € 1.300.000, circa, inizio dei lavori 2021.

Le risposte alle 12 domande formulate dal gruppo Flet, rappresentano una sommaria sintesi delle tante iniziative, progettazioni e programmazioni portate avanti dall’Amministrazione Comunale di Piana degli Albanesi. 

Si rimane disponibili per eventuali chiarimenti nell’ottica di un confronto costruttivo nell’interesse della nostra comunità.

Come sempre da noi dimostrato, porte aperte al confronto civile e costruttivo, porte invece chiuse agli attacchi gratuiti, alle critiche prive di qualsiasi fondamento ed alle illazioni false e tendenziose.

 

    Il Sindaco

 Ing. Rosario Petta

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.