Dal Superbonus 110% finanziamenti per assunzioni straordinarie di tecnici nei comuni

Per i comuni un’opportunità a costo zero per rinforzare gli uffi tecnici 

0

MONREALE – Si apre la possibilità per i comuni di dotarsi di nuovo personale a costo zero per rinforzare quegli uffici preposti a gestire le pratiche legate al cosiddetto super bonus 110%.

Un’occasione che anche il comune di Monreale non dovrebbe farsi scappare. A darne comunicazione é Nicola Giacopelli, segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica.

Con l’approvazione della legge di bilancio 2021, è stato istituito presso il Ministero dello sviluppo economico uno speciale “fondo” destinato al potenziamento degli uffici comunali che si occupano di gestire i vari servizi connessi alla erogazione del cosiddetto “Superbonus 110%”. 

“Si tratta di un fondo che, a livello nazionale, ha una dotazione complessiva di dieci milioni di euro – spiega Giacopelli – e che potrà essere utilizzato, nel corso di quest’anno, per finanziare l’assunzione a tempo determinato e parziale di personale tecnico, in deroga agli esistenti limiti e vincoli di spesa. Ritengo che le amministrazioni comunali valuteranno con attenzione l’opportunità di accedere a tale fondo, in maniera da rafforzare, sia pure in via temporanea, gli organici degli uffici tecnici e per fare fronte con tempestività ed efficienza agli oneri gestionali relativi ai procedimenti collegati alla erogazione del superbonus: le assunzioni consentite avranno una durata massima di dodici mesi, senza possibilità di successivo rinnovo”. 

Si aspetta adesso che da parte della Presidenza del consiglio dei ministri sia varato il decreto riguardante il riparto delle somme da stanziare a beneficio dei comuni che ne faranno richiesta: le assegnazioni avverranno in misura proporzionale, sulla base delle motivate istanze che verranno presentate dai singoli enti.  

Con un comunicato pubblicato il 26 gennaio scorso, il Ministero dello sviluppo economico ha invitato gli enti locali interessati, ai fini della presentazione delle domande, ad attendere le indicazioni operative che saranno definite attraverso il decreto attuativo di prossima adozione. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.