Da via Regione siciliana a dentro il CRES: discariche a cielo aperto

Molti i rifiuti presenti in pochi chilometri di strada, il CRES lasciato aperto a vandali e sporcaccioni

0

 

 

MONREALE – Facendo un giro fra le periferie di Monreale non si può non notare lo stato di degrado generale, ma oggi si è davvero superato il limite. 

A essere colpite sono le strade più trafficate della periferia, che collegano la città normanna ai paesi vicini. 

La presenza di controlli nelle ore notturne è quasi inesistente, e i cittadini più incivili puntualmente utilizzano deliberatamente gli spazi verdi come vere e proprie discariche a cielo aperto. 

Come dimostrano le foto scattate, in via Regione siciliana una quantità impressionante di rifiuti è stata sparsa tra la vegetazione. Sacchetti della spazzatura, parti di un bagno, frigoriferi, fino allo scheletro di un ciclomotore, probabilmente oggetto di un furto e spogliato delle parti da rivendere, prima di essere gettato nel terreno.

Basterebbe un fiammifero in mezzo a questa folta vegetazione per far prendere fuoco a tutti questi rifiuti speciali, che rilascerebbero gas tossici. Rifiuti che dovrebbero essere prelevati da una ditta specializzata.

Di via Baronio Manfredi ci siamo già precedentemente occupati. Avevamo segnalato apprezzamento per la rimozione dei due bidoni in eternit che da tre anni rappresentavano un enorme pericolo per il territorio. 

Ma, rimossi i bidoni, ecco che trovano spazio altri rifiuti, che rendono il marciapiede di nuovo impraticabile. 

Nelle ultime settimane vi sono stati depositati cinque materassi, gettati uno sopra l’altro, costringendo i pedoni a camminare per strada. 

Questi letti, assieme ai molti sacchetti della spazzatura, hanno fatto tornare nella zona degli spiacevoli ospiti, che sembravano ormai debellati. 

Ci sono stati segnalati molti topi nei pressi di questa discarica a cielo aperto, riparo sicuro in questi mesi gelidi. 

Percorrendo via regione Siciliana, in direzione di San Martino Delle Scale, si arriva ai locali che ospitavano l’ex CRES. Il cancello è tenuto aperto. Oggi viene ospitata una piccola discarica.

All’interno un materasso matrimoniale, gettato accanto ad una panchina. Accanto sacchetti di spazzatura con scarti di cucina, ottimi per attirare i roditori.

“La situazione non è più sostenibile – afferma un residente – è uno spettacolo indecoroso per noi abitanti e per chi passa da queste strade, l’amministrazione pensi ad intensificare i controlli anche qui, non solo ad abbellire la piazza e il corso, in questa città purtroppo si fanno distinzioni tra abitanti di serie A e di serie B”. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.