Rosario Petta: “Il 2021 rappresenterà per Piana degli Albanesi una vera e propria rinascita”

Auspico una forte e massiccia partecipazione dei nostri concittadini alla vaccinazione per il covid-19

0

PIANA DEGLI ALBANESI – Quando un anno finisce, un nuovo anno comincia. E ogni uomo, con la capacità critica di cui è dotato, come il Giano Bifronte, il misterioso dio romano dai due volti, guarda al passato e allo stesso tempo mira al futuro. Spesso, però, dimenticandosi di vivere nel presente, un attimo precario dentro il quale non cessiamo di esistere e di essere inzuppati dalle sue inquietudini. Abbiamo incontrato il Sindaco di Piana degli Albanesi, Rosario Petta, per parlare dell’anno appena passato e per stilare un bilancio preventivo relativamente alle intenzioni dell’Amministrazione Comunale per il 2021.

D: Qual è il bilancio dell’Amministrazione Comunale per quanto riguarda il 2020?

R: Mi sento di tracciare un bilancio positivo. Positivo nonostante la straordinaria e delicata situazione epidemiologica che ha interessato anche il nostro comune, ma in questo contesto è sortito un grande sentimento di rispetto, unione, richieste e offerte di aiuto e di sostegno tra la nostra amministrazione e la cittadinanza.

È un bilancio positivo perché nonostante il pessimo profilo finanziario del nostro ente ereditato 3 anni fa stiamo, ad oggi, guidando una macchina amministrativa che va potenziandosi e che dà risposte e servizi al cittadino. Un bilancio positivo perché ci ritroviamo ad amministrare avendo sempre al nostro fianco e a nostro supporto la parola dei cittadini; le loro richieste, i loro consigli e le loro esigenze, ma soprattutto la loro vicinanza ad una amministrazione presente e dalle risposte certe. Un bilancio positivo al quale credo fermamente anche come buon auspicio per il futuro prossimo.

D: Può indicarci due interventi avvenuti nel 2020 di cui l’Amministrazione Comunale va fiera?

R: Possiamo dirci orgogliosi di avere posto in essere l’ascesa verso il risanamento economico-finanziario dell’ente realizzando una totale revisione di bilancio con l’approvazione di atti e documenti essenziali per il benessere e la sopravvivenza della macchina amministrativa.

Di fondamentale importanza risulta l’avere saputo creare un vero e proprio centro di collaborazione e di condivisione di intenti rappresentato dalla nostra Amministrazione intesa come punto di riferimento per tutti i nostri concittadini, nessuno escluso.

A nessun cittadino, ad alcuna proposta o suggerimento è stata mai mostrata chiusura da parte nostra, assolutamente, abbiamo e sempre avremo cura e attenzione nei confronti di chiunque voglia collaborare con noi per sé e per la comunità.

R: Fra le priorità del programma di mandato, nel 2021 quali saranno i punti privilegiati del vostro agire?

Anche per il 2021 il punto focale per la nostra amministrazione sarà il benessere della cittadinanza. Un benessere che intendo, non meramente economico, ma letto più profondamente come senso di appartenenza e interesse verso il proprio territorio. Questo grande obiettivo non può prescindere dall’operato dell’Amministrazione Comunale.

Proprio per questo, dal punto di vista delle politiche sociali, si potenzieranno le attività e i progetti dedicati alle fasce deboli e alle disabilità.

Progetti già in itinere e obiettivi che vedranno la propria realizzazione nel 2021. Frutto di un lavoro di analisi e conoscenza approfondite delle esigenze del comparto sociale. Confidando in una graduale soluzione al gravoso contesto epidemiologico legato al Covid-19, auspichiamo a un 2021 all’insegna della concretizzazione di importanti idee progettuali già in atto inerenti la promozione e valorizzazione del territorio, della nostra cultura e del nostro comparto monumentale e storico.

D: Nel 2021, covid permettendo, turismo e cultura saranno protagonisti?

R: Il 2021 rappresenterà, valicato il periodo di stasi derivante dal covid-19, una vera e propria rinascita a livello culturale e promozionale, sono tanti i progetti in cantiere pronti per essere messi in atto.

D: Come pensate di aver gestito l’emergenza covid?

R: È complicato in situazioni delicate e mai vissute prima tracciare un bilancio netto sulla propria modalità di gestione delle difficoltà e delle imprevedibili evoluzioni quotidiane. Ciò nonostante posso fare tesoro dei feedback e dei riscontri positivi e incoraggianti che spontaneamente nel corso dei mesi ho ricevuto dai miei concittadini e da chi ha condiviso con noi e condivide questa battaglia. Per noi questi sono dati oggettivi e inconfutabili e ci portano a pensare che ad oggi abbiamo fatto il nostro meglio e lo abbiamo fatto con netta caparbietà.

Un ringraziamento è d’obbligo nei confronti della task force che abbiamo messo in atto nel nostro comune con i Medici, le forze di Polizia, la Protezione Civile Comunale e la Giunta Comunale tutti impegnati in questo fronte al fianco ed al servizio di chi ha avuto necessità.

D: Consiglia ai suoi concittadini di vaccinarsi?

R: Auspico una forte e massiccia partecipazione dei nostri concittadini alla vaccinazione per il covid-19. Lo auspico come grande senso di responsabilità verso sé e verso l’altro e come segno di cultura civica ed etica che appartiene a tutti noi.

D: Cosa augura ai suoi concittadini?

R: Porgo a tutti i nostri concittadini un grande augurio di vero cuore perché il 2021 sia l’anno della ripartenza in ogni ambito e settore e foriero di salute serenità e rinascita e rappresenti ciò che di più luminoso si possa desiderare.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.