Lo Coco: “Acqua di Giacalone non potabile, a che punto è il pozzo di Aglisotto?”

"L’adduzione dell'acqua di contrada Aglisotto risulta fondamentale e risolutiva per la frazione di Pioppo alta, della via Provinciale e di via Passo d’Api”

0

MONREALE – “Il sindaco rispetti gli impegni presi in consiglio comunale e spieghi alla cittadinanza quali atti o procedimenti sono stati presi per mettere in rete l’acqua del pozzo di contrada Aglisotto”.

È il consigliere comunale Pippo Lo Coco, capogruppo di Alternativa Civica, a riportare sul dibattito politico il problema della carenza di acqua potabile nel territorio monrealese.

“Già da due mesi l’ASP di Palermo ha dichiarato non potabile l’acqua attinta dal pozzo di Giacalone. A questo punto l’adduzione di contrada Aglisotto risulta fondamentale e risolutiva per la frazione di Pioppo alta, della via Provinciale e di via Passo d’Api”.

Nel 2012 – ricorda il consigliere comunale – il geologo Maniaci aveva condotto degli studi che avevano appurato come il pozzo di Aglisotto avrebbe potuto garantire una portata di 10 litri al secondo di acqua.

“Il sindaco a luglio, durante i lavori del consiglio comunale, aveva assunto l’impegno di provvedere all’installazione di un quadro elettrico e di un gruppo elettrogeno per mettere in funzione la pompa sommersa da 50 cv che si trova nel pozzo di Aglisotto a 180 metri di profondità”.

Lo Coco ha protocollato una interrogazione consiliare per chiedere al sindaco Arcidiacono di fornire una risposta precisa in consiglio comunale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.