A Palermo calano le denunce di reati, Orlando: “Città più sicura di altre”

L'analisi del Comune in riferimento ai dati del ministero dell'Interno: nel 2019 denunciati 29.978 delitti, il 3,8% in meno rispetto al 2018

0

A Palermo, nel 2019, sono stati denunciati complessivamente all’autorità giudiziaria 29.978 delitti, valore in diminuzione rispetto al 2018, quando quelli denunciati erano stati 31.154 (-3,8%).
Il dato emerge da una statistica che analizza i dati del Ministero dell’Interno, relativi ai delitti che le Forze di polizia comunicano alla Magistratura dal 2014 al 2019, e confronta i dati di Palermo con quelli delle altre grandi città.

La diminuzione del 2019 ha riportato il numero dei delitti vicino al minimo degli ultimi cinque anni, registrato nel 2017. Rispetto al 2014, quando vi erano state in totale 38.524 denunce, si è rilevata una diminuzione del 22,2%. Ad essere aumentati nell’ultimo anno sono stati gli omicidi (passati da 2 a 6), mentre si è assistito ad una diminuzione dei furti (-10,6% rispetto al 2018 e -36,5% rispetto al 2014). Questo calo ha riguardato tutte le tipologie di furto: con strappo, con destrezza, nelle abitazioni e di mezzi di trasporto.

Nel confronto con le altre grandi città italiane, si rileva che Palermo, con 4.537,4 delitti ogni 100 mila abitanti, ha fatto registrare anche nel 2019 il tasso di criminalità totale più basso, anche se, si deve tenere conto della possibile differente propensione a denunciare i delitti nei diversi contesti geografici.

Per il sindaco Leoluca Orlando “Palermo, a dispetto di molti stereotipi, è una tra le città più sicure di altre e che certamente il numero complessivo dei delitti è in calo. È un dato che deve far riflettere per confermare l’urgenza che si intervenga per sostenere le famiglie sempre più in difficoltà e impedire che la crisi economica possa ridare forza alla criminalità”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.