Il coronavirus resiste nove ore sulla pelle

Secondo uno studio recente il virus sopravvive a lungo sulla nostra epidermide

0

Una delle tante misure adottate sin dall’inizio della pandemia da coronavirus è stata quella del lavaggio frequente delle mani con un igienizzante. Una misura che con il tempo è diventata un’abitudine, una routine quotidiana, che diventa ancora molto più importante se conosciamo quanto a lungo sopravvive il virus sulla nostra epidermide: ben nove ore.

Secondo uno studio recente realizzato da un team di ricercatori giapponesi e pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases, il coronavirus resiste sulla nostra pelle ben nove ore. Molto di più rispetto al patogeno che causa una normale influenza, che resiste meno di due ore.

I ricercatori dello studio raccomandano la pulizia delle mani e affermano che “La sopravvivenza più lunga del SARS-CoV-2 sulla pelle aumenta il rischio di trasmissione per contatto; tuttavia, l’igiene delle mani può ridurre questo rischio. Il virus dell’influenza, così come il covid-19 vengono inattivati in 15 secondi dall’applicazione dell’etanolo, contenuto nei vari disinfettanti per le mani in commercio.

Quindi, considerando una lunga vita del virus sulla nostra epidermide, lavarsi le mani spesso o ogni volta che torniamo da un supermercato, è fondamentale per contrastare la diffusione della pandemia e quindi deve diventare un’abitudine quasi fondamentale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.