Covid 19 e inizio lezioni, Capizzi: “Molto preoccupato per i nostri ragazzi, l’assessore ci spieghi le misure adottate”

"Fornitura di banchi, vigilanza agli ingressi, scuole ancora inadeguate, l'assessore rassicuri la cittadinanza"

0

MONREALE – “Da genitore, oltre che da consigliere comunale e da ex sindaco sono molto preoccupato per l’inizio dell’anno scolastico”. È Piero Capizzi a stigmatizzare l’operato dell’amministrazione Arcidiacono in merito alle misure adottate per arginare il contagio da Coronavirus.

“Apprendo dell’ordinanza che vieta la vendita di bibite e di generi alimentari confezionati presso i distributori automatici per ridurre il rischio di assembramenti e di contagi. Una misura minima dinanzi al grande rischio che i nostri alunni potranno incontrare rientrando a scuola. Mi chiedo che cosa stia facendo l’assessore all’istruzione, Rosanna Giannetto, e il sindaco, Alberto Arcidiacono”.

“Tra pochi giorni cominceranno le lezioni – continua l’ex sindaco -, c’è un silenzio assordante e inquietante. Non sappiamo nulla su cosa si stia programmando, né se ci sono le condizioni minime per avviare l’anno scolastico in piena serenità”.

“In questo particolare momento storico, in cui abbiamo  a che fare con un fenomeno più unico che raro, vedo solo sfilate di prime donne. Ed invece, come si è mossa l’amministrazione per fare arrivare i banchi monoposto? Leggo di proclami su donazioni di banchi, ma saranno sufficienti per tutelare la salute dei nostri studenti? Mi risulta che alcune scuole non siano state ancora adeguate per rispondere alle linee guida ministeriali”. 

Capizzi chiede all’amministrazione di chiarire alla cittadinanza e alla popolazione scolastica in che modo intenda garantire gli alunni dal rischio di contagio.

“Leggo di ordinanze per limitare gli assembramenti, piuttosto discutibili, mentre sono ancora in piedi questioni scolastiche ben più gravi”.

Capizzi chiede di sapere anche in che modo l’amministrazione stia pensando di garantire una vigilanza dinanzi alle scuole, così da permettere ingressi e uscite ordinate: “Il Corpo della Polizia Municipale ha sempre meno personale. Quali misure l’amministrazione sta adottando per evitare assembramenti dinanzi alle scuole? Il comune ha aperto dei tavoli tecnici con i collegi dei docenti?”

“Mi permetto di sollecitare l’assessore Giannetto a prendere una posizione per rassicurare la città”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.