Monreale ringrazia il Colonnello Luigi De Simone, conferita oggi la cittadinanza onoraria

“Ricevo questa onorificenza con l’impegno di onorarla tutti i giorni e di continuare a impegnarmi ancora di più per servire le Stato e le istituzioni”

0

Cittadinanza onoraria di Monreale al Tenente Colonnello Luigi De Simone, Comandante del Gruppo Carabinieri di Monreale

Cittadinanza onoraria di Monreale al Tenente Colonnello Luigi De Simone, Comandante del Gruppo Carabinieri di Monreale

Publiée par FiloDiretto Monreale sur Samedi 5 septembre 2020

 

MONREALE – Nella mattinata di oggi, 5 Settembre 2020, in Sala Rossa il Sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, ha conferito la cittadinanza onoraria al Colonnello Luigi De Simone, comandante del gruppo dei Carabinieri di Monreale negli ultimi tre anni.

La cerimonia ha avuto inizio con l’accoglienza da parte del sindaco di tutti i partecipanti. 

Erano presenti durante “questa importante e sentita manifestazione”, diversi componenti dell’amministrazione comunale: il presidente del consiglio Marco Intravaia, gli assessori Luigi D’Eliseo, Salvatore Grippi, Rosanna Giannetto, Giuseppe Pupella, Nicola Taibi, Sandro Russo, e il Segretario comunale Francesco Mario Fragale. Era presente anche l’ex Sindaco, ora consigliere comunale, l’avv. Pietro Capizzi a cui Alberto Arcidiacono ha subito ceduto la parola per testimoniare il lodevole operato del Comandante Luigi De Simone, in quanto aveva ricevuto l’incarico a Monreale durante il suo mandato.

Il colonnello De Simone” – interviene l’avv. Pietro Capizzi – arriva qui da Ufficiale, da Comandante del gruppo territoriale di Monreale, (…) di un Territorio molto difficile, dove fare l’Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri ha un significato importante e un suo perché! (…) Io voglio ringraziare il sindaco Alberto Arcidiacono per aver organizzato questa manifestazione e aver voluto conferire la cittadinanza onoraria al colonnello De Simone. (…) Il colonnello non è stato soltanto un Ufficiale dell’arma dei carabinieri ma è stato un cittadino monrealese a tutti gli effetti. (…)

Avere creato un rapporto di collaborazione, di sinergia è molto importante anche per il cittadino. Quando il cittadino vede che le istituzioni collaborano (…) acquista fiducia. Acquistare fiducia significa condividere quei principi di legalità che noi come amministratori e voi come rappresentanti dell’Arma portiamo sempre avanti”.

A seguire, l’intervento del Presidente del Consiglio Marco Intravaia che ribadisce l’importanza del conferimento della cittadinanza onoraria al colonnello De Simone, sottolineando che questo gesto rappresenta “un’ulteriore attestazione di stima e di rispetto nei confronti dell’istituzione che rappresenta, e nei confronti dell’Arma dei Carabinieri alla quale la città di Monreale è legata da un legame forte”.

 

In Sala Rossa, oggi, non solo sentimenti di gratitudine sono stati espressi dagli intervenuti e dai partecipanti. Non sono mancati, infatti, momenti di  emozione, momenti di commozione da parte dello stesso colonnello a forte dimostrazione della passione, dell’amore che nutre per la propria “Divisa”.

  

Alberto Arcidiacono: “ (…) Oggi l’unico potere che abbiamo, oggi l’unico potere che ci è riconosciuto è quello di riempire il cuore di orgoglio, riempire il cuore di gioia, perché quest’uomo appartiene alla città di Monreale e oggi lo testimoniamo con questa cittadinanza onoraria!” – Segue la lettura della pergamena:

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, considerato l’alto senso del dovere e della fedeltà dimostrata a favore dello Stato e delle sue istituzioni e per la costante presenza e sostegno a fianco dell’Ente Locale nell’affrontare e risolvere delicate questioni di comune interesse, per il contributo e gli interventi di prevenzione, repressione e controllo del territorio per la difesa e sicurezza dei cittadini, CONFERISCE AL COLONNELLO LUIGI DE SIMONE, comandante del gruppo dei Carabinieri di Monreale, la CITTADINANZA ONORARIA DEL COMUNE DI MONREALE DALLA RESIDENZA MUNICIPALE oggi 5 Settembre 2020”

Anche la Diocesi di Monreale, con l’intervento dell’Arcivescovo, Mons. Pennisi, ha voluto esprimere gratitudine nei confronti del colonnello per la collaborazione non solo nel territorio della città di Monreale, nella zona montana e collinare, ma anche per essere stato Capitano nella città di Carini “che fa parte anche della nostra stessa Diocesi”. Mons. Pennisi, infine, loda il Comandante De Simone per “le sue qualità, per lo stile, la gentilezza e la sua fermezza”, elementi che “sicuramente” lo contraddistinguono.

Infine, la cerimonia si è conclusa con la Commozione del Comandante, che ringraziando l’Arcivescovo di Monreale e l’intera amministrazione comunale, in particolare modo rivolgendosi, a livello personale e umano al Sindaco e alla Giunta, ha dichiarato:

“Io da carabiniere ho semplicemente fatto il mio dovere, e l’ho fatto perché ci credo (…) Per me è importante ricevere questa onorificenza perché la storia dell’Arma di Monreale e la storia della città di Monreale sono intrecciate da dei tragici fatti di sangue (…) perché è l’unico posto d’Italia dove hanno ucciso in successione due Capitani, il capitano Basile e il capitano D’Aleo con i suoi due uomini di fiducia  (…)”

 RICEVO QUESTA ONORIFICENZA CON L’IMPEGNO DI ONORARLA TUTTI I GIORNI E DI CONTINUARE A IMPEGNARMI ANCORA DI PIU’ PER SERVIRE LO STATO E LE ISTITUZIONI”

De Simone, commuovendosi, dedica questo importante riconoscimento a tutti i carabinieri che per la difesa territorio hanno perso la vita, come il giovanissimo carabiniere, libero dal servizio, Pietro Giaccone, ricordando anche Mimmo Intravaia morto a Nassiriya e l’agguato subito dal Maresciallo  monrealese, Giangrande, a Roma. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.