Covid, è grave la ragazza rientrata a Palermo da Malta

La giovane si trova ricoverata in terapia intensiva all'ospedale Cervello

Si sono aggravate le condizioni della ragazza palermitana risultata positiva al coronavirus giovedì scorso dopo che è tornata da un viaggio a Malta. Adesso si trova in terapia all’ospedale Cervello e sale la preoccupazione.

“Teniamo molto a cuore il focolaio maltese che rappresenta un numero significativo di casi – ha ammesso l’assessore alla Salute, Ruggero Razza -. Esiste un collegamento diretto tra Sicilia e Malta che fa viaggiare più di mille persone al giorno. Questo sul fronte organizzativo sta impegnando molto l’Asp di Ragusa”.

Già mercoledì scorso il presidente della regione Nello Musumeci aveva disposto la quarantena obbligatoria seguita successivamente dal tampone pr tutti i siciliani che a partire dal 14 agosto rientrano da Malta, Grecia e Spagna.

“Abbiamo scelto il criterio della quarantena obbligatoria – ha ricordato Razza – per chi rientra in Sicilia dalla Spagna, da Malta e dalla Grecia. Ed estenderemo anche alla Croazia. Sono quasi 400 mila quelli che hanno registrato la loro presenza sul sito SiciliaSiCura che si son sottoposti al triage telematico e si sono messi in un’azione di registrazione da parte del sistema sanitario. Ovviamente – ha concluso Razza – questa posizione che può apparire più restrittiva rispetto all’ordinanza nazionale e si dovrà conciliare con le misure che sono state adottate”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.