Case popolari, dalla Regione in arrivo 211 mila euro

Il quartiere della Ciambra tornerà ai suoi antichi fasti: un milione e 800 mila euro per la riqualificazione

0

MONREALE – La Regione finanzia i lavori per la manutenzione degli edifici popolari e delle vie adiacenti. La somma stanziata 211.682,66 euro (fondi ex Gescal). A darne notizia il sindaco Alberto Arcidiacono e l’assessore ai Servizi a Rete Geppino Pupella.

I lavori saranno eseguiti dall’IACP. Il decreto é stato emesso dall’assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti. Il progetto esecutivo dell’opera é stato redatto dal Servizio Tecnico dell’Istituto Case Polpolari.

“Si tratta di una grande opera di riqualificazione – dichiarano il sindaco Alberto Arcidiacono e l’assessore ai Servizi a Rete – che contribuirà a migliorare la qualità della vita di molti cittadini monreale si che da anni attendevano questa notizia”.

Un altro quartiere storico di Monreale tornerà ai suoi antichi fasti, grazie ad un finanziamento da un milione e 800 mila euro. Questa volta, sarà oggetto di un cospicuo intervento di recupero e riqualificazione il quartiere Ciambra, il più antico della città. Il Governo regionale, questa mattina, ha varato diversi provvedimenti, fra cui la delibera che dà il via libera all’intervento che include anche le vie Cappuccini e Arcivescovado. I lavori prevedono il rifacimento degli impianti fognari ed idrici, la pavimentazione e l’illuminazione.
“La Ciambra è il quartiere più antico di Monreale – ha dichiarato
il sindaco – dove è sorta la prima comunità cristiana al servizio del re normanno Guglielmo II durante l’edificazione del complesso abbaziale. Questo finanziamento ci consentirà di recuperare interamente questa parte importantissima per il rilancio turistico e culturale e per i cittadini che potranno godere di spazi riqualificati”.
“Una splendida notizia – ha detto il presidente del Consiglio Comunale Marco Intravaia – per Monreale. L’impegno del Governo regionale nei confronti del nostro territorio sta recuperando anni di ritardi e trascuratezze. Il decoro urbano e dei centri storici, su cui hanno investito il presidente della Regione e l’intera giunta, diventano per noi occasione di sviluppo e valorizzazione di tutto il tessuto che gravita intorno al duomo e al chiostro, beni Unesco. Una svolta nella nostra economia può derivare soltanto da un completo coinvolgimento del territorio e dei quartieri storici”.
“Rivolgo un sentito ringraziamento- conclude Arcidiacono – al governo regionale per la sensibilità mostrata nei confronti del nostro territorio e per la condivisione di un percorso di crescita che porterà nuovamente Monreale al centro dell’area mediterranea”.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.