Palermo, stop all’alcol d’asporto dopo le 20. Ferrandelli: “Siamo in una fase di chiusura o in una fase di riapertura?”

Da domani sarà in vigore la nuova ordinanza di Orlando che anticipa la chiusura dei locali all'1,30

0

PALERMO – Stop all’alcol da asporto dopo le 20 e chiusura dei pub all’1,30.  Il sindaco Leoluca Orlando ha firmato un’ordinanza con la quale si stabiliscono alcune misure di contenimento in alcune zone di Palermo.

Le bevande alcoliche si potranno consumare solo all’interno dei locali o nelle aree date loro in concessione. E per chi non rispetta le regole previste multe salate. I nuovi paletti per la movida entreranno in vigore da domani, la sanzione per l’inosservanza dell’ordinanza va da 500 euro a 5.000 euro.

A fianco dei giovani e degli esercenti delle attività serali è sceso Fabrizio Ferrandelli de I Coraggiosi. “Palermo deve fare pace con la testa e la pace con la città. Dobbiamo capire se siamo in una fase di chiusura o in una fase di riapertura. L’Italia ha deciso di essere in una fase di riapertura, di consentire alle attività produttive di ripartire, ai cittadini di poter circolare rispettando i dispositivi di sicurezza. Così come sono aperti i centri commerciali, i negozi e i mercati devono pur riaprire tutte le categorie merceologiche”.

La nuova ordinanza secondo Ferrandelli andrebbe a penalizzare gli esercenti. “Non tutti hanno le tasche per i ristoranti – dichiara – per potersi sedere nei laboratori. Ci sono anche ragazzi e meno giovani che vogliono poter prendere una bibita e portarla portare da qualche altra parte, ci sono degli esercenti che vogliono lavorare. Siamo nella fase di riapertura questo non significa dover far venire meno la sicurezza, il controllo e che le disposizioni di sicurezza non vengano rispettati ma – conclude – chiedo al sindaco di revocare immediatamente l’ordinanza”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.