Monreale, una donna di 84 anni positiva al Covid-19 nella Rsa di Villafrati

A Villafrati si teme l’innesco di un nuovo focolaio e aumenta la preoccupazione

0

C’è la prima persona di Monreale contagiata dal Covid-19. Si tratta di una paziente della residenza sanitaria assistita di Villafrati dove è scoppiato un vero e proprio focolaio.

È una donna monrealese di 84 anni la persona positiva al Coronavirus.

L’anziana è stata sottoposta al tampone faringeo del Covid-19. Per la monrealese è giunta nella serata di ieri 23 marzo l’esito del test.

Nei giorni scorsi sono stati 17 i casi accertati di contagio da Covid-19. Sei di essi sono stati già trasferiti al Covid-Hospital allestito a Partinico per ricevere i pazienti contagiati. Uno, un 90enne, è deceduto ieri.

La struttura è stata chiusa alle visite dei parenti dal 5 marzo scorso.

Sono in tutto 62 i tamponi positivi al Coronavirus all’interno della struttura sanitaria di Villafrati. Numeri preoccupanti tanto che anche il centro in provincia di Palermo è stato dichiarato “zona rossa”. Lo ha deciso, con una propria ordinanza, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sentito il primo cittadino.

Fino al 15 aprile, nel piccolo centro palermitano ci sarà il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, ad eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Potranno entrare e uscire dal paese solo gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nell’assistenza alle attività inerenti l’emergenza, nonché esclusivamente per la fornitura delle attività essenziali del territorio comunale.

Il provvedimento si è reso necessario, per evitare il diffondersi del contagio del Covid-19, dopo che gli uffici dell’Asp hanno segnalato all’interno di una Residenza sanitaria assistita ben 62 casi di positività al Coronavirus.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.